/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 12 aprile 2011, 08:48

Varazze: bloccato il conto corrente del Comune per pagare gli spazzini

Il Comune aveva avuto 120 giorni di tempo per pagare: non ha fatto nulla e il tribunale ha dato corso al pignoramento

Varazze: bloccato il conto corrente del Comune per pagare gli spazzini

Bloccato e pignorato un cc bancario intestato al Comune di Varazze, allo scopo di reperire i fondi necessari a pagare gli stipendi arretrati degli operatori ecologici.
Tutto comincia a settembre: la ditta appaltatrice fallisce e il comune  viene chiamato a far fronte ai debiti.  L’Amministrazione paga una prima mensilità, ma si rifiuta di pagare oltre.
Allora gli spazzini si   rivolgono  al tribunale, che dà loro ragione ed intima al comune di pagare il debito residuo. L’Ente ha 120 giorni per impugnare la sentenza. Far ricorso o pagare.. L’amministrazione sceglie di non fare niente, assolutamente niente. 
Così, trascorsi i fatidici 120 giorni, il tribunale procede al pignoramento del conto corrente con la speranza che sia sufficientemente coperto, altrimenti bisognerà trovare altri fondi.
La cifra del contendere pare che sia intorno ai 350/400 mila euro.
"Siamo entrati nella storia! - dichiara Stefano Vallerga, di "Gente comune" - Non credo che sia mai successo niente del genere prima d'ora.  Qualcuno oggi mi ha detto : “pignorati dagli spazzini...che figura di m…”.
In effetti, di fronte ad una simile figuraccia, qualcuno dovrebbe avere il buongusto di dare le dimissioni".
Ben lontano da questa idea, a quanto pare, il sindaco Delfino dà tutta la colpa all'alluvione: "Siamo indebitati per 800.000 euro, perché a Varazze è arrivato solo poco più di un milione sui dieci stanziati dal Governo per far fronte all'emergenza alluvionale. I conti così non possono tornare, abbiamo bisogno di altri finanziamenti".

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium