/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | venerdì 15 aprile 2011, 14:46

Caviglione, Giribaldi, Pavarino e Melacca (IdV) a sostegno dell'esposto contro la centrale. E l'altra metà dell'Italia dei Valori?

Mentre dopo sei mesi l'interrogazione parlamentare IDV su Tirreno Power presentata dal Senatore Elio Lannutti attende una risposta dal Governo, mezza Italia dei Valori savonese prende posizione: "Auspichiamo che, dove non sia potuta, o voluta, intervenire la politica, provveda ora la magistratura a rendere finalmente giustizia all'ingiusto e vergognoso tributo pagato finora dalla popolazione, e a porre le basi di un futuro migliore per i nostri figli e i nostri nipoti"

Il sottoscritto consigliere provinciale IDV Marco Caviglione, che ha collaborato alla stesura della parte scientifica dell'esposto-denuncia, non può ovviamente che dichiararsi d'accordissimo con lo stesso, unitamente ai membri del Direttivo Provinciale IDV Davide Giribaldi, Piergiorgio Pavarino e Cosimo Melacca, quest'ultimo anche consigliere al Comune di Rialto. Molti, troppi sono stati gli anni di manchevolezze, se non di connivenze, della politica locale verso la logica del sempre maggiore profitto a favore di Tirreno Power (e prima Enel), in nome del combustibile più obsoleto e inquinante della Terra, ai danni della salute dei cittadini di gran parte della provincia, nonchè dell'ambiente, e pure dell'economia locale, poichè certamente turismo e agricoltura ne hanno risentito negativamente, la sanità ha visto crescere vertiginosamente le proprie spese, mentre il mancato decollo dell'applicazione delle energie rinnovabili ha di molto limitato la creazione di nuovi e qualificati posti di lavoro.

Auspichiamo che, dove non sia potuta, o voluta, intervenire la politica, provveda ora la magistratura a rendere finalmente giustizia all'ingiusto e vergognoso tributo pagato finora dalla popolazione, e a porre le basi di un futuro migliore per i nostri figli e i nostri nipoti


Com. IdV Caviglione, Giribaldi, Pavarino, Melacca

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore