/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

(h. 17:48)

Cerca nel web

Eventi | sabato 16 aprile 2011, 07:00

Savona: la mostra "Agenore Fabbri. Il grido della materia" a Palazzo Gavotti

La mostra inizia questa mattina alle 11 e sarà visitabile fino a sabato 2 luglio ad ingresso libero

"Agenore Fabbri. Il grido della materia" è il titolo della mostra organizzata dall'Assessorato all Cultura del Comune di Savona, con la collaborazione dell'Associazione Promotrice di Belle Arti della Liguria e dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea della Provincia di Savona, che prenderà il via questa mattina alle 11 a Palazzo Gavotti e che sarà visitabile fino a sabato 2 luglio.

Dedicata alla personalità e all'opera di uno dei maggiori maestri dell'arte europea, la rassegna si inserisce nell'ambito delle manifestazioni per il centenario dello scultore toscano e nella programmazione culturale savonese come evento di riferimento per l'anno 2011. L'esposizione comprenderà circa 50 opere tra sculture e dipinti, oltre a documenti e foto d'epoca, provenienti da importanti collezioni pubbliche e private italiane e straniere. Mostra suggestiva, quella savonese, che intende esaminare i differenti aspetti dell'indagine artistica di Agenore Fabbri (Barba, Pistoia 1911- Savona 1996) analizzando sinteticamente l'intero corpus della sua opera, dalle prime realizzazioni degli anni Quaranta sino alle testimonianze degli anni Novanta, attingendo preziosi contributi dalla collezione Balestrini, amico e grande conoscitore dell'opera di Fabbri, nonché energico promotore di questa iniziativa.

In breve, come spiega Riccardo Zelatore, "il progetto vuole illustrare le differenti tematiche affrontate dall'artista, dagli emblemi indiscussi della sua poetica e della sua ricerca figurativa agli esiti aniconici e ai soggetti più originali del suo repertorio espressivo, rivelando anche quegli aspetti nascosti che non coincidono necessariamente con i suoi motivi più celebri".

L'esposizione è visitabile il lunedì, martedì e mercoledì dalle 9.30 alle 13; il giovedì, venerdì e sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30; mentre la domenica dalle 10 alle 13. Ingresso libero. 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore