giovedì 23 ottobre 2014 13:00

Attualità | venerdì 30 settembre 2011, 12:36

Savona, Don Venturetti è il nuovo rettore del Santuario

Condividi |  

Sempre  nell’ambito della riorganizzazione territoriale della diocesi, il vescovo Vittorio Lupi ha nominato don Domenico Venturetti nuovo rettore del Santuario di Nostra Signora di Misericordia, affidandogli la cura pastorale della Basilica e conferendogli tutti i diritti e i doveri previsti dal Codice di Diritto canonico e dallo Statuto dell'Ente ecclesiastico "Santuario di N.S. di Misericordia". Il nuovo rettore inizierà ufficialmente il suo incarico domani, sabato primo ottobre.
Don Venturetti, nato a Nembro (BG) il 2 gennaio 1948 e ordinato sacerdote il 17 giugno 1977, dal 2003 è anche titolare delle vicine parrocchie di san Bernardo in Valle e di san Bartolomeo del Bosco, incarichi che ovviamente manterrà anche dopo questa nuova nomina.  


Mostra fotografica sulla spiaggia dove approda san Pietro

Il gruppo attività culturali e ricreative della parrocchia di Zinola ha organizzato, presso l’atrio del Palazzo comunale di Savona in piazza Sisto la mostra fotografica “Dalle baracche e dintorni – Là dove approda san Pietro”. Una serie di scatti dedicati al litorale zinolese, dove, nel giugno di ogni anno, arriva dal mare la statua del santo patrono. La mostra sarà inaugurata sabato 1 ottobre alle 15.30 e resterà aperta fino alle 19 e visitabile anche il giorno seguente, domenica 2 ottobre, dalle 9 alle 13.


Una serata a Cogoleto per ricordare Camara e Romero

“Helder Camara e Oscar Arnulfo Romero, segni di speranza in un mondo che crede nella pace”. E’ questo il titolo della manifestazione organizzata dal circolo Acli “Helder Camara” e dalla Bottega della dignità di Cogoleto,  mercoledì 5 ottobre 2011 alle 21 presso il Club Velico di lungomare Bianchi a Cogoleto. Una serata con letture, pensieri e musiche a cui interverrà anche don Antonio Ferri, pro-vicario generale della diocesi di Savona – Noli.

Varazze ricorda il passaggio di santa Caterina

A Varazze si ricorda la sosta di santa Caterina da Siena che 635 anni fa soggiornò nella cittadina rivierasca liberandola dalla peste. Da allora la Santa senese, mantellata domenicana, né è la patrona insieme al Beato Jacopo da Varagine.
Durante la consueta celebrazione domenicale il 2 ottobre presso il Santuario della Santissima Trinità (chiesa di Santa Caterina) alle ore 9.30 il locale gruppo della Associazione Internazionale dei Caterinati, costituito dal dottor Giuseppe Massone,  farà memoria storica del passaggio avvenuto nei giorni 3, 4 e 5 ottobre 1376.
Quest’anno ricorre inoltre il 550° anno della Canonizzazione della Santa avvenuta nel 1461 per volontà del Papa senese Pio II, al secolo Enea Silvio Piccolomini. A memoria di tale evento a Roma e Siena è stato organizzato un Convegno Internazionale dal titolo  “Virgo digna coelo - Caterina e la sua eredità” che si svolgerà dal 27 al 29 ottobre prossimi. Per ulteriori informazioni  è possibile visionare il sito www.caterinati.org.

com.

Indietro

Versione standard