| martedì 08 novembre 2011, 12:32

Aina Liguria: i cani di Pontinvrea

Condividi |  

"Una grande sconfitta animalista per Franco, Ciccio, Stanlio e Ollio, i cani anziani abbandonati a Pontinvrea; diventati cani di strada, da quando due anni fa è morto il loro padrone e che sino ad oggi hanno mangiato e ricevuto cure solo dal buon cuore dei volontari"

"Abbiamo scritto al Sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli, è stato chiesto di mettere a disposizione un terreno che si sarebbe attrezzato con cucce totalmente a spese dei volontari e delle persone sensibili.

La risposta del Signor Sindaco è stata quella di lasciar finire i cani in canile.

Il significato per loro è condannarli a morire chiusi in un canile, oppure condannarli a morire di freddo in mezzo alla strada.

L’Aina Liguria, unitamente a Guglielmo Castagnoli e a tutti i volontari che si battono per questi poveri cani chiede, a tutti i cittadini del savonese e non, di scrivere al Sindaco di Pontinvrea per spingerlo a mettersi una mano sulla coscienza e a destinare velocemente un area in cui i volontari potranno attrezzare al meglio per un inverno dignitoso a questi cani.

Telefonate, facciamo sentire la voce di chi non può parlare.

Gentile Sindaco, ora vogliamo fatti concreti. E urgenti. Fra 15 giorni in quelle zone cadrà la neve.

Il loro padrone è morto sotto un metro di neve, ma loro Stanlio, Ollio , Franco e Ciccio – cosi’ bonariamente li ho chiamati – hanno continuato a mantenere le stesse abitudini: Stanlio e Ollio vivono in coppia; cosi’ pure Franco e Ciccio.

Tutte e due le coppie – pur presenti nella stessa zona non s’incontrano mai - vivono sempre all’aperto in mezzo al verde, con pioggia, neve e vento, primavera, estate, autunno e inverno, in una piccola frazione di Pontinvrea, dove viveva il loro padrone".

Com. AINA Liguria

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore