/ Savona

Savona | 21 marzo 2012, 17:39

Imprenditorialità giovanile: Savona al secondo posto

Imprenditorialità giovanile: Savona al secondo posto

Rispetto al terzo trimestre 2008 l'unico settore economico che sembra mantenere appeal e possibilita' imprenditoriali per i giovani e' quello dei
servizi, che oltre ad essere uno di quelli in cui l'incidenza dei giovani rispetto al totale e' piu' consistente (oltre il 6%) registra una crescita di oltre 2.800 unita' (sebbene rispetto al 2005 la flessione sia del 13%).
Malissimo invece il comparto manifatturiero, che con un terzo di giovani imprenditori in meno rispetto al terzo trimestre 2008 e quasi la meta' sul 2005 mostra una vera e propria emorragia. Nel complesso, almeno rispetto all'inizio della crisi, l'agricoltura segna tendenze meno negative (-6,5%).

Le province sull'asse Nordovest/Centro spiccano per i tassi di imprenditorialita' piu' elevati. Nella top 20 delle province per maggiore presenza di titolari ed amministratori giovani sugli under 30 residenti troviamo 6 toscane, con Prato in cima alla classifica (69,5 imprenditori ogni 1.000 giovani), 3 piemontesi, con Cuneo al terzo posto (68,9 imprenditori ogni 1000 giovani), 2 liguri (Savona occupa il secondo gradino del podio, 69,2), e 2 emiliano-romagnole. Le eccezioni del Sud sono rappresentate da Nuoro, Enna e Crotone.

Rispetto al 2005, in termini di tasso di imprenditorialita', le primissime posizioni
non mostrano grandi stravolgimenti ad eccezione di Nuoro, che fa un balzo in avanti di 45 posizioni; scalano molte posizioni verso la vetta anche Enna e Aosta.

Ansa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium