/ 

In Breve

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

| 31 marzo 2012, 07:36

Se questa è Equità. Se questa è Equitalia. Un contribuente si dà fuoco, ma la notizia fila via senza troppo rumore. Per il momento

Pensavano fosse un pezzo di macchina bruciacchiato: era un uomo. Immaginate che vi portino via tutto, da sradicare ogni ricordo di serenità. Immagina la tua dimora, messa all’asta e venduta per quattro soldi a qualche sciacallo a pelo lungo

Se questa è Equità. Se questa è Equitalia. Un contribuente si dà fuoco, ma la notizia fila via senza troppo rumore. Per il momento

Immagina il tuo conto corrente svuotato all’improvviso, ritirate le carte di credito, bloccata la tua macchina.

Eppure...

eppure tu le tasse le hai sempre pagate, sempre. Tranne quella volta che eri immobilizzato in un letto, dopo un incidente. Qualche multa, certo, ma poi c’è il lavoro, sei solo, non hai tempo.

Cambi commercialista, ma sbaglia, anche lui. Ma i guai son tuoi. Hai sempre pagato tutto, restituito il mille lire che scappava dalla borsetta dell’anziana, regalato i tuoi guanti al disabile, che non si consumasse le mani sulle ruote. Ti ha guardato in fondo agli occhi, e grazie non era necessario. Ti sei svenato di tasse arretrate, di errori di altri, che guadagni anche bene, perchè non pagare?

Poi è così che ti hanno insegnato, ma una sera, dopo una pizza, il bancomat non va. Non ne vuol sapere. Pensi ad un disguido, le solite cose, ma il giorno dopo chiami in filiale. Il tono è strano, ti passano il direttore.

Il tuo conto non c’è più. Prosciugato dal fisco. Ferme le carte di credito, immobili i fondi pensione. L’auto, bloccata. Se la usi e fai un incidente, un disastro. Improvvisamente, non puoi anticipare spese per i viaggi di lavoro. Non ti puoi muovere. Non hai più nulla. Eppure...

Eppure eri un contribuente modello. qualche multa, certo, ma mai un ritardo, mai una società all’estero. Anzi, ti toccava fatturare anche le note spese. così le spese risultavano guadagni, e dovevi pagarci le tasse. Anche su quelle.

La macchina, i conti correnti, le carte... Così perdi il lavoro, e sprofondi in una cupezza senza fine. Ogni volta che suona il postino ti si gelano le mani. E ti si gelano perchè sei onesto, e perchè lo sei ancora.
Vorresti esserlo ma non ne hai i mezzi. Gli interessi da tagliagole ti rendono impossibile ogni rientro. In banca ti evitano. Nessuno ti presta più nulla.

Revocato ogni fido.

Vedi gli occhi della tua compagna che si inteneriscono nel guardarti, ma non reggi al disonore di non poter badare a lei, qualunque cosa accada.
Tenti una mediazione, una commissione tributaria, ma va male. Giudice amico, faccie abbronzate, punte quadrate. Risultati, bilanci, obiettivi raggiunti.


Così tu esci, non hai più nulla, ma il debito è ancora lì. Ed è quasi un ristoro quel fresco che t’accarezza la pelle. Ricordi fi fanciullezza, quando facevi la miscela per il cinquantino, le prime passeggiate fuori città, nelle sere d’estate, con le ragazze. Si cantava Carboni. Il freddo t’inzuppa i vestiti tu pensi, ma è meglio così.

Una pietra focaia d'unBic, poi fiamme.

Un dolore furioso che ti toglie il fiato, poi il buio, mentre dopo i tuoi occhi sono i tuoi muscoli a bruciare, a carbonizzarsi in un tempo che si sta fermando lì, ora.
Poi più nulla.


Chissà se ci sei ancora, mentre scriviamo, se qualcuno si pentirà, se si capirà quanto è disumano quel che accade, mentre in Lussemburgo i prestanome se la ridono, e qui anche.


Non solo prego che tu ce la faccia, e non ne ho grande abitudine, sogno che il tuo dolore, moderno Cristo, non sia stato invano. Anzi, non so come, ma lo esigo.

E vorrei, per Equità, che oltre ad un'Agenzia delle Entrate, ce ne fosse una per le Uscite, che - forse - sono il vero problema, signori. Tiranni a buon mercato con i più deboli e indifesi. Incapaci di distinguere i farabutti strutturati, dai Cittadini Onesti. Eppur t'ignoreranno, vedrai. Ma almeno, noi no.

direttore@savonanews.it

http://multimedia.quotidiano.net/?tipo=media&media=24303

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/in-italia/lstp/130250/

 

 

mpm

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium