/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | venerdì 13 luglio 2012, 13:07

Matteo Rosso (PdL): non si può riorganizzare la sanità senza confrontarsi con gli operatori ed i pazienti

Matteo Rosso, come medico sempre più lontano dalle logiche faziose della politica partitica, continua il suo tour per gli ospedali liguri. Prima, qualche settimana fa, è stata la volta dell’ospedale Evangelico di Voltri, poi la Colletta di Arenzano a difesa del Centro Sla e dove Rosso ha ancora di più potuto capire l’importanza del potenziamento del reparto della Dialisi, struttura essenziale per garantire a chi è affetto da patologie renali di poter trascorrere qualche giorno di villeggiatura ad Arenzano con la certezza di poter usufruire di un servizio importante.

Questa mattina con una nota stampa Rosso fa sapere che si recherà in visita al Gaslini e nel pomeriggio, insieme al Presidente della Commissione Sanità sarà all’Ospedale di Albenga.

“Nei prossimi giorni – aggiunge il consigliere regionale – sono programmate una visita all’Ospedale San Martino ed una nosocomio di Sestri Ponente. Sono sempre più convinto infatti che sia necessario, prima di procedere alla riorganizzazione della sanità ligure, confrontarsi con gli operatori ed i pazienti per capire in maniera più approfondita le reali esigenze del comparto e questo lo si può fare solo toccando con mano le varie situazioni”.

“I tagli alle risorse da parte del Governo richiedono una riorganizzazione del sistema ma queste decisioni non possono essere prese nelle segrete stanze di Regione e Asl a tavolino. Non si può prescindere dal capire sul campo ciò che serve e ciò che è meno utile, bisogna ragionare per il bene del territorio e la tutela del cittadino e del paziente.”, conclude Matteo Rosso.

com.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore