/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 03 ottobre 2012, 08:07

L'italiana Coke non sa quanto versa per la sponsorizzazione di Canottieri Sabazia

Su precisa richiesta l'ufficio stampa di Italiana Coke (Cairo m. Genova, Madeira etc) ci rispode in sintesi che loro non si occupano di sponsorizzazioni. La domanda é chi se ne occupa? - Parrebbe nientemeno che il papabilissimo Gianluigi Miazza, candidato alla guida della Port Authority savonese

Consideriamo la Canottieri Sabazia uno dei fiori sportivi all’occhiello di questa Città, e - ci si permetta - una vittima della sponsorizzazione selvaggia di aziende che sfruttano la faccia pulita e fresca dello sport, per lavarsi la loro, spesso nera di carbone e con un passato/presente ricco di malattie, forse facilmete evitabili se questi impianti dal sapore e dagli effluvi ottocenteschi non ammorbassero la nostra provincia.

Che' ormai è chiaro il lavoro NON E' solo questo, ed è compito di tutti non contrabbandarlo con la salute e con decine di morti premature di tumore.

Chi ha avuto in casa un malato terminale conosce esattamente di cosa stiamo parlando.

Un piccolo appello dunque, a che le società sportive ottengano dalle amministrazioni locali i giusti contributi per continuare il loro apporto alla crescita civile e sana, sia quale sia lo sport che praticano. Dovrebbe esser questo tra gli obiettivi del Comune, ma forse realtà più profittevoli per vie oblique drenano fondi in spese inutili, riversate su società che potrebberso reggersi in piedi da sole, eccome.

E allora affinchè il nuoto sincro e il canottaggio non debbano esser quasi obbligate ad accettare fondi da aziende che storicamente non sono pulitissime, investiamo due soldini, dei tanti che si buttano. E per le società intimidite, non abbiate paura delle minacce mafiosette eventualmente adombrate, perchè queste verranno rese pubbliche, ed i loro responsabili, chiamati a rispondere, e potremo dire NO ai soldi sudici di carbone e malattie. Senza paure.

(ci scusiamo per gli errori di battitura presenti in precedenza, dovuti in gran parte alla vista che fa i capricci, ora corretti)

sn

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore