/ Agricoltura

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Agricoltura | 30 maggio 2013, 18:44

Il centro Pannunzio in difesa dell' asparago violetto di Albenga

Il prof. Quaglieni:"Tra i suoi estimatori Mario Soldati e la Regina Elisabetta"

Il centro Pannunzio in difesa dell' asparago violetto di Albenga

Il prof. Pier Franco Quaglieni  direttore e coordinatore nazionale del Centro Pannunzio interviene in difesa dell' asparago viola di Albenga :" E' sempre più frequente, forse complice anche la crisi economica, imbattersi in asparagi violetti di Albenga che non sono stati coltivati e raccolti nei terreni ingauni. Certamente anche la costruzione di nuove case ha ridotto di gran lunga i terreni coltivati ad asparagi che rendono il prodotto albenganese una rarità sopraffina. Ricordo che Mario Soldati, grande scrittore ma anche gastronomo, amava l'asparago violetto di Albenga più di quello piemontese di Santena".

"Il Centro "Pannunzio" che, attraverso il Premio di Alta Gastronomia" Mario Soldati", si occupa anche di cultura del cibo e di tutela delle tradizioni gastronomiche del territorio", interviene il prof Quaglieni, "ritiene di dover proporre la creazione di un marchio di origine controllata per l'asparago violetto albenganese che è stato nei menù del Quirinale e dei principali hotel italiani tra cui il "Danieli" di Venezia ed è stato inviato per molti anni  anche alla corte della Regina Elisabetta".

"Non vorremmo che, per pochi speculatori, venisse danneggiata l'immagine di Albenga e dei suoi contadini che sono persone serie ,capaci di mantenere un prodotto adeguato  alle grandi tradizioni della Città e del suo comprensorio.

Chiediamo, in primis alla Camera di Commercio, di intervenire senza indugi a tutela dell'asparago violetto d'Albenga" conclude il presidente del centro Pannunzio.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium