/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 30 maggio 2013, 14:03

"E' vero, abbiamo litigato, ma io non l'ho spinta giù dal balcone", dichiara Garofalo

Il ragazzo è accusato di tentato omicidio dopo che la convivente è caduta giù dal balcone della loro casa di Loano. Il gip convalida l' arresto

Il tribunale di Savona

Il tribunale di Savona

"E' vero, abbiamo litigato, ma io non l' ho spinta giù dal balcone": è questa la testimonianza che Manuel Garofalo, accusato di tentato omicidio, dopo che la sua fidanzata e convivente Giovanna è stata ricoverata in gravi condizioni al Santa Corona di Pietra Ligure, per la caduta dal balcone della casa di via Prigliani a Loano, ha a reso stamattina al gip Fiorenza Giorgi.

In origine l' accusa era solo di lesioni personali: la donna infatti presentava evidenti segni di violenza fisica e lo stesso Garofalo, assistito dall' avvocato Silvio Carrara Sutour, ha ammesso di averla picchiata, ma respinge con forza l' accusa di tentato omicidio.

Il gip Fiorenza Giorgi ha convalidato l' arresto.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium