/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 26 marzo 2014, 19:16

Albenga: il segretario del PD Andreis "Nucera ha posto in essere un tentativo disperato dettato dalla superiorità della proposta di Cangiano"

"Questo atteggiamento è imbarazzante e più che dimostrare una presa di coscienza in favore della città, uno slancio civico e di puro servizio, dimostra insufficienza politica ed isolamento"

Albenga: il segretario del PD Andreis "Nucera ha posto in essere un tentativo disperato dettato dalla superiorità della proposta di Cangiano"

Il segretario del PD Alessandro Andreis risponde al comunicato oggi pubblicato con il quale Massimiliano nucera, oltre a candidarsi ufficialmente quale sindaco di Albenga, sostanzialmente ha chiesto a Cangiano di allontanarsi dai partiti e correre esclusivamente con le liste civiche. 

"Ho letto con interesse le parole del neo candidato sindaco Massimiliano Nucera che, nel presentare la  sua candidatura, non smentisce di preferire  i toni polemici e gli attacchi politici tipici dello schieramento in cui ha militato durante  la sua fallimentare esperienza di governo della città, invece di distinguersi nel favorire un clima sereno e costruttivo.

Risulta chiaro il motivo perché sia costretto a fare ciò: tenta di costruirsi una verginità politica scaricando le colpe su tutti, avversari  storici come il Pd o nuovi nemici che fino a ieri lavoravano con lui; un tentativo disperato, dettato dalla superiorità della proposta che Giorgio Cangiano sta  concretizzando intorno a se. Un tentativo ingeneroso verso il suo ex partito di cui è stato vice-coordinatore provinciale,  del quale non è riuscito, visto le  critiche di oggi, a cambiare neppure una virgola; altrettanto facile ed ingenuo il tentativo di non assumersi responsabilità nella gestione Guarnieri,  quando con la sua scalata fino alla poltrona di vice sindaco non ha risparmiato i suoi alleati di allora,  senza mai fare  autocritica sui problemi e le insufficienze amministrative  di cui lui stesso è stato artefice.

Questo atteggiamento è imbarazzante e più che dimostrare una presa di coscienza in favore della città, uno slancio civico e di puro servizio, dimostra insufficienza politica ed isolamento; se veramente ha visto cose negative durante l’ esperienza nel partito in cui militava, avrà modo, se sarà eletto come consigliere di minoranza, di dimostrare la paventata voglia di collaborazione  per il bene della città; tutti noi, compreso il mio partito, saremo felici di trovare esponenti dell’opposizione  attenti e critici, ma anche collaborativi sui progetti che vorranno  condividere e sostenere; questo è lo spirito di chi sta #concangiano.

Senza polemiche auguriamo a tutti una campagna elettorale sui temi e sulle idee per la città di Albenga."

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium