/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 30 luglio 2014, 10:15

Stop ai mozziconi abbandonati sulle spiagge liguri grazie a 'Ma il mare non vale una cicca?'

Saranno 6 le località della provincia di Savona coinvolte nell’iniziativa, tra le spiagge e gli stabilimenti balneari di Alassio, Loano, Savona, Bergeggi, Finale Ligure, Varigotti

Stop ai mozziconi abbandonati sulle spiagge liguri grazie a 'Ma il mare non vale una cicca?'

 

Torna sulle spiagge italiane, per il sesto anno consecutivo, la campagna “MA IL MARE NON VALE UNA CICCA?”: il weekend del 2 e 3 agosto lungo gli oltre 8 mila km di coste italiane saranno in azione oltre mille volontari impegnati nella distribuzione di 120 mila posacenere tascabili, lavabili e quindi riutilizzabili (20 mila in più rispetto allo scorso anno). L’iniziativa permetterà di risparmiare al mare una fila di mozziconi lunga come un ponte tra Roma e Cagliari, che coprirebbe una distanza di circa 500 km.

Saranno 38 le località della Liguria coinvolte nell’iniziativa, tra le spiagge e gli stabilimenti balneari di Diano Marina, Santa Margherita Ligure, Camogli, Recco, Chiavari, Rapallo, Alassio, Loano, Savona, Bergeggi, Finale Ligure, Varigotti, Monterosso, Levanto, Lerici, Bordighera.

Partecipano anche le Aree Marine Protette di Portofino, Isola di Bergeggi e Cinque Terre, le quali, a bordo delle proprie imbarcazioni, si occuperanno della distribuzione dei posacenere nelle acquee antistanti le spiagge, i borghi e i campi ormeggio.  

“Un ponte di 500 km composto interamente da cicche che collega Roma e Cagliari. Quando ho provato a focalizzare quest’immagine sono rimasto a bocca aperta – ha dichiarato Max Giusti spiegando la sua adesione alla campagna – Si dice sempre che da piccoli gesti nascono grandi risultati. Mai vero come in questo caso: semplicemente spegnere la propria cicca nel posacenere tascabile piuttosto che abbandonarla sulla sabbia porta anni di vita e benessere al nostro mare”.

L’iniziativa, che ogni anno avvicina e informa migliaia di bagnanti, intende dunque promuovere un gesto semplice, da cui dipende però l’integrità delle nostre spiagge e dei nostri mari: riporre il mozzicone di sigaretta nell’apposito posacenere anziché abbandonarlo sulla spiaggia.

Infatti, se stimiamo un consumo medio di 12 sigarette al giorno per fumatore (dati dell’Istituto Superiore della Sanità), si può ragionevolmente affermare che sono oltre 16 milioni le cicche risparmiate al mare e alla spiaggia per effetto delle sei edizioni, per un totale di oltre mezzo milione di posacenere distribuiti.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium