/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 26 settembre 2014, 12:01

Albenga, il senzatetto della spiaggia trova una nuova casa

Ciangherotti e Perrone:"Se la situazione delle emergenze abitative sta scoppiando si incrementino ulteriormente gli aiuti economici e le borse di lavoro"

Albenga, il senzatetto della spiaggia trova una nuova casa

 

Una bella notizia da Albenga: l’anziano malato che per settimane ha vissuto accampato sulle spiagge comunali ha trovato finalmente una casa. A darne notizia il gruppo comunale di Forza Italia, che in prima persona si era interessato della vicenda. Sulla vicenda era stato interpellato anche il sindaco Cangiano, che per tramite dell’Assessore Vespo, spiegano Ginetta Perrone ed Eraldo Ciangherotti, aveva fatto sapere che l’uomo aveva:"perso la residenza nel marzo
Prosegue la nota dei due consiglieri: "La cosa ci sembrava una barzelletta, noi non ci siamo arresi e abbiamo verificato di persona. Sì, l'anziano signore preferiva dormire nella spiaggia, piuttosto che accettare la proposta avanzata dall'Assessore ai Servizi Sociali per un ricovero "obbligato" nel genovese, in un territorio a lui completamente sconosciuto. Quando però noi abbiamo insistito presso gli uffici competenti per una
sistemazione nell'albenganese, il Sindaco alla fine ha ceduto ed ha accettato la nostra proposta. Il Comune non poteva continuare ad ignorare chi non ha un tetto e, caduto in disgrazia, è costretto di notte a dormire in spiaggia, dimenticato e abbandonato, diventando quasi una curiosità turistica".
"Se la situazione delle emergenze abitative sta scoppiando, proseguono Perrone e Ciangherotti, si incrementino ulteriormente gli aiuti economici e le borse di lavoro”.
“L'assessore Vespo "oltre alle trenta famiglie in gravi difficoltà, per le quali ha detto di stare cercando una sistemazione dignitosa e in linea con le loro necessità", ha dichiarato di aver ricevuto "oltre 200 richieste di aiuto in estate da parte di nuovi poveri". Ad una nostra verifica presso gli uffici competenti, soltanto 15 domande di contributo, al vaglio delle assistenti sociali, sono state accolte favorevolmente negli ultimi 4 mesi, da quando è in carica il Sindaco Cangiano.

“Vista l'emergenza, Sindaco Cangiano, non tenetevi i soldi dei contributi in cassa, ma metteteli a disposizione di chi ha chiesto una borsa lavoro. L'emergenza è oggi, non dopodomani". Conclude la nota dei Consiglieri Ciangherotti e Perrone.

 

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium