/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 01 ottobre 2014, 14:44

Albenga, Perrone all'attacco sul sociale:"Erogate 13 richieste di contributo, non 260"

"Abbiamo spiegato alla Vespo che chi si è rivolto a lei dal 25 maggio scorso ad oggi non ha ottenuto dai Servizi Sociali un contributo"

Albenga, Perrone all'attacco sul sociale:"Erogate 13 richieste di contributo, non 260"

"260 richieste di contributo accolte dall'Assessore Vespo, durante l'estate, ed erogati dal Comune a persone appartenenti a fasce deboli? Ciò che l'Assessore al Sociale Simona Vespo ha dichiarato nei giorni scorsi sui quotidiani e, ancora, ieri sera ribadito in Consiglio Comunale, durante il suo intervento davanti alle telecamere, è stato subito rettificato dal gruppo di Forza Italia, senza ulteriore replica da parte dell'Assessore". Lo dichiara Ginetta Perrone, Consigliere comunale di Forza Italia, per commentare il suo intervento in Consiglio Comunale, ieri sera, durante la discussione del bilancio.
"Nessuno nasce imparato - prosegue Ginetta Perrone - Infatti abbiamo spiegato, con pazienza e serenamente, alla Concetta Vespo dirigente, oggi, del nuovo sportello "amico" h24, che non tutte le persone, anche anziane, che si rivolgono a lei per una chiacchierata, dal 25 maggio scorso ad oggi, purtroppo hanno ottenuto dai Servizi Sociali un contributo economico. E abbiamo spiegato pure all'Assessore Vespo che il numero effettivo di domande accolte e di contributi erogati dai Servizi sociali comunali è facilmente verificabile dal numero di determine dirigenziali firmate dal funzionario a favore degli utenti. Non ci si può improvvisare nei panni del Robin Hood dell'Amministrazione, perchè sono gli atti comunali a parlare chiaro". 

"Ad oggi, infatti, ad un'attenta verifica alla Ragioneria del Comune, da quando Giorgio Cangiano è diventato sindaco, soltanto 13 persone hanno goduto di benefici economici (una tantum) in contributi alla persona. Questo non certo per innescare un'altra polemica contro le donne al governo della città, quanto invece per amore di verità e per non dare l'impressione di prendere in giro i cittadini". Conclude Perrone

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium