/ Albenganese

Albenganese | 01 ottobre 2014, 09:30

Albenga: approvato il Bilancio, il sindaco Cangiano "L'intento quello di mantenere i servizi senza dover aumentare i costi"

Afferma il consigliere di minoranza Guarnieri "Avete dovuto mettere le mani nelle tasche dei cittadini e l’avete fatto in misura pari al 93%. Non avrei voluto approvare neppure il mio bilancio, figuriamoci questo"

Albenga: approvato il Bilancio, il sindaco Cangiano "L'intento quello di mantenere i servizi senza dover aumentare i costi"

Diversi i punti discussi all’ordine del giorno nel Consiglio Comunale tenutosi ieri ad Albenga, tra essi il Bilancio Comunale.

Afferma sul punto il sindaco Giorgio Cangiano “Il nostro intento è stato quello di mantenere i servizi ai cittadini senza dover aumentare i costi. Purtroppo siamo consapevoli del sacrificio richiesto ai cittadini attraverso Tari, Tares, Tasi e Irpef, ma quello che abbiamo cercato di fare è stato certamente quello di ridurre il più possibile le spese attraverso una gestione basata sul risparmio senza tagliare i servizi specialmente in alcuni settori come quello sociale e sanitario”.

Un bilancio approvato senza il voto favorevole della minoranza che, come affermato più volte non trovandosi dalla parte di coloro che devono amministrare con gli oneri e le responsabilità che ciò comporta hanno deciso di votare in modo contrario.

Significativa l’osservazione sul punto del consigliere Rosy Guarnieri “Avete dovuto mettere le mani nelle tasche dei cittadini e l’avete fatto in misura pari al 93% - più o meno in linea, occorre precisarlo come quanto avvenuto negli anni scorsi – La richiesta di sacrifici ai cittadini è enorme e lo è in un periodo nel quale purtroppo molti non sono in grado di affrontare determinate spese. Non avrei voluto approvare neppure il bilancio durante il mio mandato, purtroppo caricata delle responsabilità derivanti dal ruolo di sindaco l’ho dovuto fare, ora tocca a voi assumervi tali responsabilità”.

Anche Ciangherotti consigliere di Forza Italia sul punto ha voluto precisare “Non avete operato dei tagli alle spese, ma le avete aumentate colpendo in particolare le famiglie. Non avete lavorato con l’ottica del Buon Padre di Famiglia aumentando le tasse e mantenendo al più gli stessi servizi già previsti in passato. I cittadini si accorgeranno dell’aumento della pressione fiscale e del fatto che poco o nulla è stato fatto, anche in termini di investimento, per settori importanti come quello dei Servizi sociali, dello Sport, a parte il Giro d’Italia e la Cultura”.

Per ciò che concerne le entrate del comune non è passato inosservato poi la discussione circa i 4 milioni di euro che dovrebbero provenire dal demanio ed in particolare dalla Cassa di Depositi e Prestiti per l’alienazione della caserma Piave.

Un tesoretto che in molti nei giorni scorsi si sono chiesti per quali progetti verrà utilizzato, in risposta all’osservazione di Rosy Guarnieri il Sindaco Giorgio Cangiano ha affermato “La proposta di destinarli alla  compensazione del debito con Ilce la escluderei a priori, infatti ritengo che debba essere  il nuovo gestore a doversi caricare di tale debito. Quando arriveranno tali somme che, ad ogni modo sono già state stanziate,ne valuteremo il loro impiego”.

Un consiglio comunale acceso dunque quello di ieri ad Albenga che ha visto un minoranza schierata nel voler evidenziare come l’attuale amministrazione stia operando poco e male nella gestione della cittadina continuando per lo più progetti e lavori già programmati e in parte realizzati dalla precedente amministrazione Guarnieri non impegnandosi a sufficienza per fare in modo di farsi garanti dei cittadini come si proponevano quando sedevano dall’altro lato della sala dei Bottoni.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium