/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 15 novembre 2014, 19:00

Il Moco delle Valli della Bormida

Il moco è un legume antichissimo che veniva consumato nelle Valli della Bormida nell’età del bronzo (2000 a.C.)

Il Moco delle Valli della Bormida

Il moco è un legume antichissimo che veniva consumato nelle Valli della Bormida nell’età del bronzo (2000 a.C.). Lunghe ricerche atte a conoscere l’origine di questo antico legume, testimoniano che il nostro è una varietà di cicerchia (Lathyrus sativus), una specie autoctona originaria del bacino del Mediterraneo. Da sempre coltivato nelle Valli della Bormida, si trovano tracce fino agli inizi del 1940, in particolare sulle alture di Cairo Montenotte, Cengio in frazione Rocchetta. Il seme, diverso per ogni tipo di pianta, assomiglia ad un sassolino. Cresce bene soprattutto su terreni poveri, adattandosi alle difficili condizioni climatiche quale la siccità e le basse temperature. Legume cosiddetto povero in realtà e molto salutare perché ricco di proteine, amidi, vitamine B1, B2, PP, calcio, fosforo e fibra alimentare.

Intervistato in proposito il referente della Condotta Slow Food Val Nervia e Otto Luoghi, Luciano Barbieri, ha detto “ grazie al lungo lavoro di ricerca dei semi originali e della riproduzione, fatto dalla Condotta Slow Food Alta Valle Bormida, oggi possiamo degustare questo prelibato e antico legume, recuperato”. Il Moco è stato inserito dell’elenco dei Prodotti dell’Arca del Gusto di Slow Food. Il 20 novembre al ristorante Terme di Pigna della famiglia Lanteri, si potrà assaporare questa antica specialità ritrovata. Aperitivo di benvenuto con sardenaira e barbagiuai con Rossese Bianco Lady Dringenberg; crema di mochi con crostini al profumo di rosmarino; zuppetta di mochi; tortino di funghi porcini; fagioli bianchi di Pigna Presidio e salsiccia; ravioli di magro al sugo di funghi porcini; tagliata di manzo con mochi e funghi porcini; dolce della casa; il tutto abbinato al Rossese di Dolceacqua Maccario Dringenberg. Soci euro 35 aspiranti 40. Informazioni,

L.Barbieri 3382882040

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium