/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 26 novembre 2014, 09:15

Finale, rischio chiusura per la Carisa di via Concezione e scatta la protesta dei commercianti

Attualmente si tratta solo di voci, ma i negozianti annunciano già la raccolta firme in difesa della filiale "del territorio"

Finale, rischio chiusura per la Carisa di via Concezione e scatta la protesta dei commercianti

La riorganizzazione interna di Carige, che ha portato alla chiusura di trenta agenzia in tutta, la Liguria sembra ora investire anche Carisa.

Secondo alcuni voci sembra infatti che a breve cesserà l’attività la filiale dell’istituto di credito, situato in via Concezione a Finale Ligure.

 Nelle scorse settimane, infatti, in molti si sono recati presso lo sportello per effettuare operazioni bancarie e sarebbero stati informati a voce dell’imminente chiusura: a breve dovrebbe essere inviata una comunicazione ufficiale scritta.

Attualmente si tratta solo di voci, che però hanno già scatenato la reazione dei commercianti del centro cittadino. L’agenzia, infatti, è molto frequentata dai negozianti di Finale Ligure per prelievi, versamenti e per il servizio di cassa continua nel periodo estivo. Se venisse chiusa i correntisti avrebbero diverse opzioni, tra le quali trasferire il conto alla vicina Carige oppure utilizzare la filiale Carisa di Varigotti e Finalborgo.

“Per quanto riguarda l’ultima opzione, spiega un commerciante, risulta veramente poco praticabile. Al di là del fatto che la via Aurelia, per andare al borgo saraceno, è attualmente chiusa, non è pensabile, dopo aver chiuso il negozio d’estate intorno alle 23 o mezzanotte, portare i bussolotti in queste altre due filiali. In molti stanno valutando di cambiare istituto di credito”.

A breve dovrebbe quindi partire una raccolta firme per “salvare” la Carisa di via Concezione. “E’ la banca del nostro territorio, commenta un altro negoziante, ci troviamo bene in questa filiale. Il direttore e gli operatori hanno lavorato egregiamente con noi in questi anni, ascoltato le nostre richieste e fatto il possibile per venirci incontro. Per noi sarebbe una grave perdita”.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium