/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 19 gennaio 2015, 10:38

Appassionato presidente savonese dei Mediatori Immobiliari, amico ed amante del calcio: il ricordo di Stefano Persenda

L'uomo è scomparso ieri all'età di 44 anni: lo ricordano Umberto Torcello e il cavalier Salu

Appassionato presidente savonese dei Mediatori Immobiliari, amico ed amante del calcio: il ricordo di Stefano Persenda

 

Stefano, prima di essere un collega, era un amico. Aveva lavorato vent’anni per la categoria degli agenti immobiliari in maniera eccezionale. La sua morte è una perdita grandissima”. A parlare, visibilmente commosso, è Umberto Torcello, segretario savonese della Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari, di cui Stefano Persenda era Presidente provinciale.

L’uomo si è spento ieri, all’età di 44 anni, al Santa Corona di Pietra Ligure, per una crisi respiratoria. La notizia della sua morte ha colto di sorpresa e rammaricato moltissime persone. L’uomo, che lascia la moglie Laura e i due bambini Amerigo ed Emilia, era molto conosciuto in tutta la Provincia di Savona per la sua attività di agente immobiliare e la sua grande passione per il calcio.  Giovanissimo aveva infatti militato in diverse squadre di calcio, dal Vado al Savona, e il papà era stato uno storico giocatore dei biancoblù.

Tra le sue grandi battaglie, continua Torcello, mi ricordo quella per la modifica degli i usi e consuetudini della Camera di Commercio. Si era recato personalmente di agenzia in agenzia per far firmare la lettera. Una delle ultime azione intraprese era la creazione di una borsa di studio per la FIMAA e l’istituzione di un premio per gli iscritti alla Federazione più anziani”.

“Stefano, prosegue Torcello, prima di essere un collega, era un amico Finite le riunioni si chiacchierava di calcio, del Savona e del Campionato di italiano: era un appassionato”.

Era un grandissimo lavoratore: quando era entrato nella Federazione Mediatori Agenti d'Affari eravamo in dieci componenti, oggi siamo quasi trecento. Credeva nel suo lavoro, prima come dirigente e poi come Presidente: ha ottenuto giustamente importanti riconoscimenti anche a livello nazionale. Era una persona positiva: ci mancherà il suo stimolo”, conclude Torcello.

A volerlo ricordare anche il cavalier Salu da sempre vicino al Savona e molto amico sia di Stefano che, soprattutto del padre Valentino "Il mio pensiero va alla famiglia di Stefano e a suo padre Valentino, legatissimo a suo figlio. non posso immaginare neppure la sua sofferenza. Quando ho appreso la morte sono rimasto senza parole. Lo avevo visto poco prima di Natale ci siamo scambiati gli auguri come sempre e lui mi parlava dei progetti, soprattutto con i giovani".

Continua Salu "Era vicino al mondo giovanile e ai ragazzi che seguiva in modo attento cercando di dare loro i giusti insegnamenti non solo per il calcio, ma di vita. E' sempre stato una persona corretta sia sul campo che fuori è una grossa perdita per tutto il mondo dello sport Savonese"

Conclude Salu con la voce rotta dall'emozione "E' molto dura parlarne, non ci sono parole per una perdita simile"

Il Santo Rosario verrà recitato questa sera alle 19 presso la Camera mortuaria dell'Ospedale Santa Corona, mentre il funerale verrà celebrato martedì alle 11 presso la chiesa di San Pietro in via Untoria a Savona.

 

Cinzia Gatti e Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium