/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 09 febbraio 2015, 18:55

Savona, forzano il distributore delle macchinette dell'Asl: patteggiano

I due uomini sono stati sorpresi, dopo essersi introdotti all’interno degli Uffici dell’Asl scassinando la porta antincendio con una tronchesina, dal personale stesso della struttura. Oggi il processo

Savona, forzano il distributore delle macchinette dell'Asl: patteggiano

Nella notte erano stati arrestati dai Carabinieri e dalla Polizia, con l'accusa di furto aggravato, per aver forzato le macchinette dell'Asl di via Collodi a Savona.

I due oggi sono comparsi davanti al giudice ed hanno entrambi patteggiato. Per il 47enne, residente a Savona, il giudice ha disposto un anno e due mesi di reclusione, una multa da 300 euro e gli arresti domiciliari. Il 42enne invece è  stato condannato a nove mesi e 250 euro di sanzione amministrativa. Per lui, nato a Loano, ma residente a Toirano, l'obbligo anche di dimora nel paese di residenza ed il divieto di entrare per tre anni nel comune di Savona.

I due uomini sono stati sorpresi, dopo essersi introdotti all’interno degli Uffici dell’Asl scassinando la porta antincendio con una tronchesina, dal personale stesso della struttura che, dopo aver sentito alcuni rumori hanno deciso di fare un controllo.

Al sopraggiungere del personale i labri si sono nascosti sotto la scrivania dove sono stati sorpresi dagli agenti della Polizia di Stato. Gli uomini sono stati trovati in possesso di circa 100 euro in monete che avevano prelevato da un distributore automatico all’interno dell’edificio.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium