/ Savona

Savona | 06 luglio 2015, 17:00

Una gita ad Atene

Una gita ad Atene

E' lodevole il fatto che l'Inps offra una visita gratuita all'Expo milanese ai pensionati e ai lavoratori con reddito sotto i 10 mila euro. Dentro a questa facilitazione agostana c'è anche il biglietto scontato di Trenitalia. 

Per i pensionati, la cui definizione coincide con "attempati" (e lo sarà sempre più), staccare il ticket gratuito per l'esposizione universale significa seguire una procedura online sul sito della Previdenza, con l'obbligo di inserire il proprio PIN. In una Paese con un'alfabetizzazione informatica ritardataria, non è il massimo dell'agevolazione. 

Più che una visita alla cittadella in quel di Rho-Pero, per quanto encomiabile, l'Inps piuttosto dovrebbe offrire una gita ad Atene, dove si sta consumando un capitolo cruciale del dramma eurocentrico e globale. 

Il luogo della democrazia dei libri è anche quello di Giorgos, il pensionato di Salonicco immortalato in una foto che ha fatto il giro del mondo, simbolo della disperazione greca. Giorgos, 77 anni, un passato di sacrifici prima in miniera poi in una tintoria, è stato fotografato seduto sul marciapiede e in lacrime: aveva appena fatto il giro delle banche per ritirare la pensione di sua moglie, anzi il tetto settimanale di 120 euro che è il limite consentito agli anziani senza bancomat.

Il pensionato era già stato in tre banche che gli avevano rifiutato i soldi. Davanti alla quarta banca si è accasciato a terra, cominciando a singhiozzare. 

Ma c'era da piangere già quattro anni fa, quando la Grecia era allo stremo. L'Acropoli contornata da rifiuti che farebbero invidia a Caserta, come l'ho vista nell'ultimo viaggio ad Atene (durante lo sciopero dei netturbini), è l'immagine di un patrimonio inestimabile seppellito dal disinteresse. Quel disinteresse che ha peggiorato tragicamente l'economia greca sino ad oggi. 

Una visita di istruzione dei pensionati italiani nella patria della democrazia aprirebbe meglio gli occhi ai pensionati stessi. Grande opportunità per soppesare e comparare il disinteresse di due classi politiche dall'unica faccia. Certo, c'è il rischio che questo genere di pensionati viaggiatori tornino a casa più impauriti e più incavolati. 

Felix Lammardo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium