/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 11 luglio 2015, 14:00

Varazze, approvata all’unanimità dalla maggioranza la delibera relativa al bilancio 2015

La proposta è stata presentata giovedi sera durante il Consiglio Comunale da parte dell'Assessore alle Finanze e ai tributi.

Varazze, approvata all’unanimità dalla maggioranza la delibera relativa al bilancio 2015

 

L’assessore alle Finanze e ai tributi di Varazze ha presentato giovedi sera in Consiglio la proposta di delibera relativa al bilancio 2015 e con soddisfazione riferisce quanto segue.

La manovra finanziaria che prevede per quest’anno l’applicazione di IMU, TASI assolutamente invariate rispetto all’anno scorso e TARI in lieve diminuzione è stata discussa in sala consiglio senza repliche da parte dell’opposizione che, probabilmente  non avendo argomenti di critica, ha preferito abbandonare l’aula adducendo un pretestuoso “non conoscevamo la manovra finanziaria” che in realtà era a loro disposizione dal 9 giugno e che è stata discussa in apposita commissione.

Risparmi di spesa su tutti i fronti meno che sui servizi essenziali i quali sono garantiti con ottimo livello di qualità.

Rivisti i contratti in essere con una riduzione dei costi senza modificare le prestazioni così come previsto dal DL 66 2014 CON UN RISPARMIO DI CIRCA 90.000 EURO, tenuto conto che per quelli in scadenza e nella specie la raccolta e spazzamento l’amministrazione comunale ha finalmente deciso di aderire ad una società pubblica come peraltro auspicato dalla legge e ciò in sinergia con altri comuni nel comprensorio del Levante savonese.

Nuovi contratti razionalizzati grazie al ricorso ai mercati aggregati e alle convenzioni regionali: riscaldamento meno 40 mila, pulizie meno 90 mila solo per fare un esempio con un risparmio totale di circa 500 mila euro che siamo riusciti ad investire nella cura dei giardini, in turismo sport e cultura, nelle manifestazioni, nelle strade vicinali dell’entroterra ed in altro ancora mantenendo inalterato l’impegno sulle attività sociali.

Lo Stato non trasferisce più nulla al nostro comune anzi, trattiene somme considerevoli. quest’anno taglia sui nostri conti e recupera dalle nostre casse ben in più rispetto all’anno scorso  795 mila euro che copriamo con il recupero dell’evasione e al recupero di quei crediti esigibile su cui negli anni passati ci si era poco concentrati. Il fondo di solidarietà  ammonta ad euro 5 milioni e mezzo totali.

La spesa è stata mantenuta invariata rispetto ad anni passati ma meglio distribuita nel rilancio della città: tante le novità: investimento di 500.000 euro nella convenzione con Celle per il rifacimento condiviso dello stadio Olmo Ferro, 100000 euro per l’acquisto di quote di società pubblico al fine di organizzare i servizi  di spazzamento e raccolta di rifiuti più efficienti, 260000 euro nel campo del turismo sport e cultura, 250000 nella cura del verde che grazie anche ai contratti di sponsorizzazione che speriamo possa vedere un salto di qualità nei prossimi 12 mesi.

Messi al bilancio anche per gli anni 2016/2017 i avori al Boschetto e il rifacimento di Piazza Dante e il completamento della passeggiata di ponente. Investiti nel sociale 1154000 euro e salvata dalla chiusura la casa del nonno con il recupero di 250000 euro di affitti del fabbricato del comune che “inspiegabilmente” la scorsa amministrazione aveva dimenticato col salvataggio di tutti i posti occupazionali inquadrati.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium