/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 luglio 2015, 16:11

Porta a porta obbligatorio per i negozi di Finale: multe in arrivo per chi conferisce nelle isole ecologiche

Approvato in consiglio anche il piano triennale delle opere pubbliche: riqualificazione importante per i quartieri di Pia e Varigotti

Porta a porta obbligatorio per i negozi di Finale: multe in arrivo per chi conferisce nelle isole ecologiche

Raccolta differenziata obbligatoria porta a porta per le attività commerciali di Finale Ligure. Ieri sera il consiglio comunale ha approvato la modifica al regolamento per la disciplina del servizio di gestione dei Rifiuti Solidi Urbani e Assimilabili. “Le utenze non domestiche, ha spiegato l’assessore Andrea Guzzi, quali bar, negozi e ristoranti che già conferiscono direttamente a Finaleambiente non devono cambiare le loro abitudini”.

“Quelle attività che oggi usano le isole ecologiche non dovranno più farlo e dovranno contattare direttamente la Finaleambiente e ricevere le istruzioni eseguire la differenziata secondo le nuove procedure”.

Gli esercenti dovranno quindi frazionare carta, vetro, plastica, olio da cucina e umido. Un articolo introdotto per cercare di portare un po’ di ordine e rigore in particolare sulla passeggiata. Capita spesso infatti di vedere le isole ecologiche ingombre di rifiuti conferite dalle attività commerciali e lasciati all’esterno. Un’immagine turistica non splendida della città. Previste multe per i trasgressori. Sul tema dei rifiuti sono state sollevate alcune osservazione da parte della minoranza:”Tra i punti del programma elettorale della giunta Frascherelli, ha commentato il consigliere Simona Simonetti, c’era la strategia rifiuti zero. Se andiamo ad analizzare il bilancio della FinaleAmbiente rimane invariato, rispetto al 2014, il Costo Unitario del Trasporto del rifiuto indifferenziato, cioè di quello che viene conferito in discarica. Questo vuol dire che nel 2015 non è prevista nessuna strategia per diminuire la spazzatura non differenziata”. Molto critica anche la posizione del consigliere Giovanni Ferrari:"Lo sconto del 6% dichiarato dal Comune di Finale è fittizio. Il piano finanziario presentato presentato da Finale Ambiente non riesce a coprire i costi del servizio e a fine anno a dover ripagare il debito saranno di tutti saranno solo i finalesi".

“Per la strategia Rifiuti Zero, ha proseguito il consigliere Nicola Viassolo, come ha detto l’assessore Delia Venerucci sono necessari minimo cinque anni. Quindi per vostra stessa ammissione non sarete in grado di attuarla”.

Nel corso della serata è stato inoltre approvato il programma triennale delle opere pubbliche 2015-2017.  “Confermiamo la nostra intenzione di intervenire in maniera decisa per la riqualificazione di Pia e Varigotti”, ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici Andrea Guzzi:”Nel primo rione sono previste opere di notevole impatto dal punto di vista della viabilità e urbanistico, mentre nel secondo lavori per risolvere le criticità già evidenziate in passato, come quella dell’acquedotto”.

Il primo cantiere che dovrebbe essere avviato è quello di Piazza dell’Abbazia a Finalpia, previsto per la seconda metà del 2016. Verranno dunque rimossi i parcheggi e messi in atto degli interventi per trasformarla in uno spazio fruibile da tutti e cuore aggregante del quartiere. Prevista inoltre la chiusura al traffico e pedonalizzazione di via Molinetti e via Porro e la realizzazione della rotonda dall’ex cimitero. In totale sono stati inseriti nel bilancio previsionale 2015-2017 lavori per circa due milioni di euro, che comprendono anche interventi di rifacimento dei sottoservizi quali le fognature. Anche in questo caso alcune osservazioni sono state sollevate dalla minoranza. “Secondo il calendario, ha spiegato il consigliere Simona Simonetti, gli interventi dovrebbero cominciare tutti nel terzo trimestre, cioè luglio, agosto settembre. Dato che è il periodo di maggior afflusso dei turisti, si potrebbe fissare ad un inizio diverso”.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium