/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 31 agosto 2015, 16:45

Acqua bene comune, continua il presidio permanente in Piazza Sisto

Giovedi, alle ore 17, incontro pubblico e confronto tra i sindaci savonesi sul progetto di ripubblicizzazione del Servizio Idrico predisposto dal Comitato Savonese ABC.

Acqua bene comune, continua il presidio permanente in Piazza Sisto

 

Prosegue il Presidio Permanente del Comitato Savonese Acqua Bene Comune in Piazza Sisto IV a Savona. Decine le firme di solidarietà e condivisione raccolte tra le cittadine e i cittadini, numerosi i personaggi dello spettacolo e del giornalismo che sono venuti in piazza, da Carlo Freccero a Tati Sanguineti, da Marco Da Milano a Bebo Storti.

Numerosi gli incontri e le discussioni per sindaci, consiglieri regionali ed esponenti di partito. Dal Sindaco di Osiglia a quello di Pontinvrea, dal Consigliere regionale Gianni Pastorino ad Andrea Melis e Luigi De Vincenzi, al vicesindaco di Savona Di Tullio.

Nei prossimi giorni si svolgeranno in piazza, di fronte alle cittadine e ai cittadini e non nelle segrete stanze, momenti di riflessione e confronto importanti per il futuro della nostra acqua e dei nostri Servizi Idrici.

Momenti nei quali il nostro Comitato presenterà un progetto nel quale sono indicati i passaggi e i percorsi fattibili e concreti per raggiungere l’obiettivo della gestione pubblica e partecipata del servizio idrico.

In particolare:

MERCOLEDI 2 SETTEMBRE

  • Alle ore 17.30 "I Soggetti smarriti" e Daniele Raco. I comici che partecipano a Zelig e Colorado Caffè.     
  • Alle ore 18.30 Emilio Molinari già presidente del Comitato Italiano per un Contratto dell'acqua storico attivista a livello mondiale dei Movimenti per l'acqua. 

GIOVEDI 3 SETTEMBRE

  • Alle ore 17.30 incontro pubblico e confronto tra i sindaci savonesi sul progetto di ripubblicizzazione del Servizio Idrico predisposto dal Comitato Savonese ABC.
  • Alle ore 19,30 concerto dei "Musica Molesta"

Nel frattempo dal Presidio è partita una lettera indirizzata a tutti i sindaci savonesi e a tutti i consiglieri regionali per chiedere loro di fare le dovute pressioni sulla Giunta Regionale affinchè chieda al Governo una proroga della scadenza del 30 settembre. Una data dettata dal Decreto Sblocca Italia che mette a rischio di privatizzazione la nostra Acqua e i nostri Servizi Idrici.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore