/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 21 febbraio 2016, 10:30

"Esodo" a due e quattro zampe verso il nuovo canile di Finale, Cinzia Amato:"Risultato ottenuto grazie all'aiuto dei nostri sostenitori"

La nuova struttura ha una superficie di 2.700 mq, con 18 gabbie e verrà inaugurata il prossimo otto marzo.

"Esodo" a due e quattro zampe verso il nuovo canile di Finale, Cinzia Amato:"Risultato ottenuto grazie all'aiuto dei nostri sostenitori"

Oggi grande esodo al nuovo canile di Finale Ligure. L'associazione "Elsa Nata Libera", che da venticinque anni gestisce la struttura, ha infatti organizzato un festoso corteo a due a quattro zampe, al quale hanno partecipato decine di finalesi, per trasferire i cani dalla vecchia struttura di via Calice a quella nuova in località Valgelata.

"Siamo felici, commenta Cinzia Amato, presidente di "Elsa Nata Libera", e sorpresi di tutte le persone che sono venute qua: è la più grande dimostrazione del seguito che abbiamo".

"E' la conferma, prosegue la volontaria, dell'aiuto morale che ci hanno dato le persone: grazie a loro abbiamo ottenuto questo risultato. Voglio ringraziare tutto coloro che ci vogliono bene e ci hanno aiutato".

"Il nuovo canile, commenta l'assessore ai lavori pubblici Andrea Guzzi, concretizza i sogni dei volontari dopo 25 anni. E' una struttura sicuramente all'avanguardia, che permetterà loro di avere una maggiore dignità".

"L'otto marzo, prosegue l'esponente della maggioranza, ci sarà l'inaugurazione ufficiale: stiamo lavorando per arrivare a quel giorno preparati".

Da venticinque anni l’associazione “Elsa Nata Libera” gestisce la struttura. Il nuovo canile ha una dimensione di circa duemilasettecento metri quadri, di cui duemila di area di sgambamento e settecento di spazi coperti per ospitare i cani. Nel nuovo spazio sono presenti 18 gabbie che potranno accogliere da uno a tre cani, a seconda delle dimensioni del quadrupede, per una stima circa di quaranta ospiti totali. Nello spazio del gattile sono presenti anche dei locali di isolamento per eventuali animali ammalati. Sempre all’interno di questo stabile è stata predisposta la zona dedicata ai volontari, con cucine e dispense dove mettere il cibo, bagni e spogliatoi.

 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium