/ Albenganese

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Albenganese | lunedì 21 marzo 2016, 17:25

Piaggio di Villanova d'Albenga, i sindaci del comprensorio sfilano accanto ai lavoratori per chiedere il rispetto degli accordi

La marcia in partenza dai cancelli dello stabilimento si concluderà con un consiglio congiunto presso il Salone dei Fiori di Villanova d'Albenga, avente come tema la delicata vertenza Piaggio.

I sindaci dei comuni di Alassio, Albenga, Andora, Arnasco, Balestrino, Boissano, Borghetto Santo Spirito, Borgio Verezzi, Calice Ligure, Casanova Lerrone, Castelbianco, Castelvecchio di Rocca Barbena, Ceriale, Cisano sul Neva, Erli, Finale Ligure, Garlenda, Giustenice, Laigueglia, Magliolo, Loano, Nasino, Noli, Onzo, Orco Feglino, Ortovero, Pietra Ligure, Rialto, Spotorno, Stellanello, Testico, Toirano, Tovo San Giacomo, Vendone, Vezzi Portio, Villanova d'Albenga e Zuccarello, si sono trovati oggi davanti ai cancelli dello stabilimento Piaggio dove ad accoglierli hanno trovato un gruppo di lavoratori che hanno voluto ribadire, ancora una volta, la loro posizione circa la delicata vertenza Piaggio.

La volontà quella che le amministrazioni locali unite si rivolgano al Governo affinché vengano salvaguardati gli accordi del 2014 con cui il Governo aveva dato il via libera al trasferimento della Piaggio da Finale a Villanova, a patto che da quel momento in poi non si ricorresse più agli ammortizzatori sociali e che venisse mantenuto lo stabilimento di Genova Sestri nonostante la riduzione a service.

Sindaco di Albenga Giorgio Cangiano

 

Sindaco di Ceriale Ennio Fazio

 

Accordi disattesi dalla ditta che, invece ha, nei giorni scorsi, stabilito una nuova cassa integrazione – secondo i rappresentanti sindacali ed i lavoratori non giustificata, infatti, pare che i carichi di lavoro vi siano – e a seguito della quale era stato indetto uno sciopero.

Andrea Pasa, segretario Fiom Cgil Savona

 

A seguito dell’incontro con i lavoratori davanti la sede ecco la marcia dei sindaci e delle amministrazioni comunali verso il Salone dei Fiori dove attraverso un atto condiviso si chiederà un serio impegno di vigilanza da parte del Governo e l’impegno della Piaggio al rispetto degli accordi già stabiliti.

Paola Boetto RSU Piaggio

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore