/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 aprile 2016, 18:00

Albenga, al via i lavori di demolizione dell'ex ortofrutticola

Cangiano: "Finalmente riusciti a smuovere una situazione che era bloccata da troppo tempo e che ormai creava diversi disagi sia per il decoro urbano che per la sicurezza pubblica”.

Albenga, al via i lavori di demolizione dell'ex ortofrutticola

 

Iniziano i lavori di demolizione all'ex ortofrutticola di Albenga e, finalmente, arriva la svolta su una questione annosa e complessa che ha visto trascorrere sette anni e quattro diversi progetti su un’area che troppo a lungo è stata una ferita per la città delle torri e soprattutto un pericolo essendo diventata nel corso del tempo luogo di rifugio di senzatetto e malviventi.

I lavori prevedono diverse fasi di realizzazione, a partire da quella cominciata ieri che prevede la demolizione delle parti interne dell’edificio, in un secondo momento, poi, avverrà la demolizione delle parti esterne ed infine la riedificazione.

Il nuovo progetto prevede, lo ricordiamo la realizzazione di 60.180 metri cubi divisi in: 3 palazzine da 8 piani ed una volumetria che si sviluppa in orizzontale, un “piccolo anfiteatro” che potrà ospitare 120 persone, una grande terrazza e parcheggi.

Il tutto per un milione e mezzo di euro di oneri di urbanizzazione che verranno impiegati per il Teatro Astor e per interventi di viabilità (una nuova rotonda tra viale Otto Marzo e via Patrioti il rifacimento di altre rotonde e un semaforo intelligente tra viale Otto Marzo e via Pontelungo).

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano "Credo sia un passo importante sotto diversi e molteplici aspetti. Si è finalmente riusciti a smuovere una situazione che era bloccata da troppo tempo e che ormai creava diversi disagi sia per il decoro urbano che per la sicurezza pubblica”.

“Uno dei primi aspetti positivi afferma infatti il sindaco è proprio quello relativo alla sicurezza, l’ex ortofrutticola, infatti, era diventata un vero e proprio dormitorio per senzatetto e malviventi. Aspetti positivi si avranno anche dal punto di vista occupazionale, sia durante i lavori grazie all’impiego, almeno in parte, di ditte locali, sia una volta portato a compimento il nuovo progetto che prevede una parte dedicata alle aree commerciali e, quindi, la nascita di nuove attività che potranno garantire un’opportunità lavorativa per molti cittadini”.

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium