/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 23 giugno 2016, 09:47

Con il debutto nazionale di "Happy Goldoni" al via il 50° del Festival Teatrale di Verezzi

Lo spettacolo sarà il 30 giugno

Con il debutto nazionale di "Happy Goldoni" al via il 50° del Festival Teatrale di Verezzi

Con il debutto nazionale di “Happy Goldoni!”, spettacolo teatral-musicale prodotto dal Teatro Stabile di Genova e interamente dedicato ai personaggi goldoniani, prenderanno il via giovedì 30 giugno, nelle Grotte di Borgio Verezzi, le anteprime del 50° Festival Teatrale.

Lo spettacolo, che è già stato in tournée in Cina,  arriva ora per la prima volta in Italia, in una nuova versione allestita appositamente per l'occasione.

A portare in scena questo omaggio a Goldoni, autore che insieme a Shakespeare è il più rappresentato in assoluto nella storia della rassegna verezzina (30 volte il primo, 31 il secondo), sarà l’attrice Mercedes Martini, anche autrice del testo, accompagnata al contrabbasso da Riccardo Barbera

 

“La modernità di Goldoni non si discute. – dice Mercedes Martini - Le sue tematiche, le relazioni fra i personaggi, il montaggio degli atti e delle scene sono ancora oggi una macchina teatrale perfetta. Il fascino di Goldoni sta a mio parere soprattutto nella musicalità e nel ritmo delle sue opere. Ho costruito questo spettacolo partendo da questa passione. L’idea è quella di entrare nel suo mondo di mille caratteri con una persona sola; una compagnia in miniatura”.

 

Ed ecco che, allora, in “Happy Goldoni!”, i comici si mettono a riposo, scioperano, si distraggono, non vogliono fare lo spettacolo.

 

“Sono stufi, stanchi, distratti, chi lo sa. – spiega l’autrice-attrice - La serva di scena Ricciolina è spinta sul palco a fare il prologo, cioè a prendere tempo. Aspetta invano l’arrivo degli altri personaggi, e invece di lustrare semplicemente le maschere le deve indossare e interpretare tutte le parti: Pantalone, Brighella, il Dottore, Arlecchino, Smeraldina, gli attori giovani, i primi attori”.

 

Le scene sono tratte da alcune delle opere più famose di Goldoni: “La Casa nova”, “Le smanie per la villeggiatura”, “Gli innamorati”, “L’arlecchino”.

“Ricciolina, donna dalle mille risorse, accompagna i passaggi  tra le opere e i personaggi. – aggiunge Mercedes Martini - Passa da una maschera all’altra, dalla gonna ai pantaloni, dallo straccio al cappello a tricorno, con rapidità e destrezza. Il viaggio attraverso questi meravigliosi testi è accompagnato dal contrabbasso di Riccardo Barbera, costretto suo malgrado a recitare anche lui, perché Ricciolina qualche volta da sola proprio non ce la fa.  Felice Goldoni a tutti”.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium