/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 26 luglio 2016, 18:37

Perde i diritti per i richiedenti protezione internazionale a causa dell'accattonaggio, ma vince il ricorso al Tar

Un vizio di contraddittorio, dunque alla base della decisione ed il Ministero dell'Interno si trova costretto a pagare anche le spese legali del giudizio

Perde i diritti per i richiedenti protezione internazionale a causa dell'accattonaggio, ma vince il ricorso al Tar

Chiedere l'elemosina non preclude la possibilità di ricevere le misure di accoglienza dedicate ai richiedenti asilo, questo quanto decretato dal Tar in merito alla vicenda di un extracomunitario che era stato segnalato dal Comune di Pietra Ligure come "soggetto dedito all'accattonaggio" e, per tale motivo aveva perso i diritti riservati ai richiedenti protezione internazionale con un provvedimento della Prefettura di Savona.

In realtà la motivazione che ha portato a tale pronuncia pare essere basata su un vizio di contraddittorio, la sentenza del Tar infatti specifica infatti che il ricorso del nigeriano e' fondato per "l'omissione della preventiva comunicazione d'avvio del procedimento di revoca, in assenza di esplicitate, particolari esigenze di celerita'". "La revoca delle misure di accoglienza riveste un carattere eminentemente discrezionale e postula pertanto una valutazione in concreto della singola fattispecie, da effettuarsi soltanto a seguito di un pieno contraddittorio procedimentale". Un vizio di contraddittorio, dunque alla base della decisione ed il Ministero dell'Interno si trova costretto a pagare anche le spese legali del giudizio

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium