/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 08 agosto 2016, 12:45

Daniele Debernardi in scena a Spotorno con la "Corte delle Nuvole": il commento di Laura Candelo

Lo spettacolo si è tenuto nella giornata di ieri.

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

"Domenica 7 agosto, ho avuto il piacere e l'onore di assistere ad uno spettacolo fantastico, unico nel suo genere, del bravissimo e geniale Daniele Debernardi con la sua "Corte delle Nuvole".

Quest'uomo è un'eccellenza nel suo lavoro ed una persona da prendere come esempio, per ciò che fa' e per ciò che è. Lo spettacolo s'intitolava " Il pifferaio di Hamelin" ed è stato a dir poco meraviglioso, perchè Debernardi è un vero "cantastorie" provetto, che costruisce da solo tutti i suoi pupazzi e le sue scenografie con materiali di scarto e reciclabili e ieri sera si è veramente superato. Sul palco, solo lui, i suoi pupazzi ed una "giostra" girevole, con rappresentate diverse ambientazioni in cui si svolgeva la fiaba. Bambini ed adulti sono rimasti con i loro occhi spalancati e meravigliati, una vera gioia da vedere e che commuove.

Il nostro "cantastorie" ha incantato tutto il pubblico e l'ha coinvolto attivamente nella partecipazione del suo spettacolo e lo stesso, entusiasta, ha subito partecipato con gioia, divertito e divertendosi. Chi conosce la favola, sa che è una favola amara, ma come ogni storia che venga raccontata anch'essa ha la sua morale. NON SMETTERE MAI DI SOGNARE è questo il messaggio che è stato dato al pubblico presente, sia agli adulti, sia ai bambini, in ogni luogo ed in ogni tempo, continuare a credere che le cose belle possano succedere e che i sogni si possano realizzare, sia quando si è ancora bambini, sia quando si è già adulti. Un messaggio di speranza e di positività per tutti e che tutti dovrebbero tenere bene a mente e non dimenticarlo mai.

Quando si è bambini si vorrebbe diventare subito grandi e quando si è grandi si vorrebbe ritornare ad essere bambini. Dentro ognuno di noi è racchiuso ancora un bambino che non desidera altro che sognare e poter vivere una vita serena. Sia che una persona sia un bambino, sia che sia un adulto, l'importante è di non smettere mai di sognare e di credere sempre e comunque che i propri sogni si possano realizzare. Ringrazio con tutto il cuore Daniele Debernardi perchè con i suoi spettacoli mi fa' ritornare bambina, mi fa' commuovere vedendo la gioia, la meraviglia e lo stupore negli occhi del suo pubblico, mi fa' brillare gli occhi con le sue magie e le sue favole, mi fa' continuare a sognare ed a sperare".  

                                                                                   Laura Candelo

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium