/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 08 agosto 2016, 09:43

A Loano martedì il documentario "I Core: my climbing family"

Alle 21:30 nell'Arena Estiva Giardino del Principe

A Loano martedì il documentario "I Core: my climbing family"

Martedì 9 agosto, a Loano, si svolgerà l’ultimo appuntamento della rassegna dedicata ai film-documentari sull’ambiente e il paesaggio, promossa dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano e organizzata dalla I.So THeatre, in collaborazione con il CAI di Loano. 

A chiudere il ciclo di documentari sarà, alle ore 21.30, nell’Arena Estiva Giardino del Principe, il film “I Core: my climbing family” (2012) di Angelo Poli.

Il film documentario di Angelo Poli è dedicato a Christian Core, pluricampione di arrampicata sportiva, e alla sua famiglia di scalatori.

I Core sono una famiglia molto particolare. Christian é stato campione del mondo di boulder, una specialità dell'arrampicata sportiva, Stella é stata campionessa Italiana.

Vivono in una valle non lontano da Savona e hanno due bambine, ma la loro storia é indissolubilmente legata ai boschi che sovrastano Varazze.

Con altri scalatori della zona, tra cui Elia Corso e Marco Bagnasco, hanno cercato, trovato e pulito sassi da scalare con difficoltà sempre più estreme, portando alla luce uno spot di arrampicata ormai famoso in tutto il mondo.

In particolare hanno scoperto un sasso e una linea ritenuta la più dura al mondo, battezzata “Gioia” da Christian, primo salitore.

Il documentario scava nella storia dei Core partendo da lontano, quando da ragazzi si approcciavano al mondo dell'arrampicata in un'area, quella della riviera ligure e del finalese, ricca di storia.

L'affresco si compone attraverso le vive voci dei protagonisti: il cugino di Christian, Alessandro, compagno delle prime scalate con la corda, Fulvio Scotto, alpinista ed insegnante di educazione fisica di Christian ai tempi delle superiori, gli scalatori di Varazze, gli amici con i quali i Core hanno girato il mondo in cerca della linea perfetta, del sasso perfetto e poi Lorenzo Malatesta, un ragazzino di 13 anni a cui Christian sta cercando di trasmettere la passione per questo sport.

Immersi costantemente nella magia dei boschi nell'entroterra ligure con la costa frastagliata all'orizzonte, Christian guiderà lo spettatore nel suo percorso interiore e sportivo, racconterà le difficoltà e le rinunce per riuscire a diventare campione del mondo, facendo scoprire una realtà fatta di resina, roccia, sudore e magnesite.

 

La serata è ad ingresso gratuito.

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium