/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 08 agosto 2016, 11:30

Il "leader" musulmano Piccardo paragona unioni civili e poligamia, Arnaldi:"Butta benzina sul fuoco"

Il consigliere comunale di Onzo attacca duramente l'imperiese Hamza Roberto Piccardo:"Il cinismo di convenienza non è un reato, e nemmeno la stupidità, ma bisognerebbe usare ogni strumento lecito affinché il buon senso prevalga"

Il "leader" musulmano Piccardo paragona unioni civili e poligamia, Arnaldi:"Butta benzina sul fuoco"

Giuliano Arnaldi all’attacco di Hamza Roberto Piccardo. Il consigliere comunale di Onzo critica duramente l’ex segretario dell’Ucoi, reo negli scorsi giorni di aver commentato una foto del sindaco di Milano, Beppe Sala, che celebrava un’unione civile fra due uomini scrivendo:”Se è solo una questione di diritti civili, ebbene la poligamia è un diritto civile”.

Un’esternazione che già aveva attirato numerosi duri commenti, ultimo in ordine di tempo quello di Arnaldi:”Nei momenti difficili c'è sempre qualcuno che butta benzina sul fuoco, per rancore, stupidità, spesso per interesse. Dire cose pesanti dà notorietà , e la notorietà serve a far soldi. C'è sempre qualcuno che antepone il suo interesse al senso di responsabilità ( e del pudore...)”.

“Direi che è il caso”, continua l’esponente del Pd, “del signor Piccardo di Imperia, oggi "leader" musulmano, ieri "rivoluzionario" di professione in un gruppo extraparlamentare di sinistra. Retribuito allora ( credo), retribuito oggi”.

“Tentò di essere protagonista”, evidenzia il consigliere comunale, “anche In tempi più recenti , precisamente nella bella manifestazione organizzata dalla Comunità Musulmana di Albenga contro il terrorismo dopo i fatti di Parigi. Fu la più partecipata d'Italia, c'erano tante famiglie Musulmane, il Vescovo , molti Sindaci. Il signor Piccardo si impossessò del megafono e cercò di trasformare quella importante manifestazione in un comizio contro Berlusconi, la Lega etc...anche allora pericoloso e fuoriluogo, in un momento in cui la Comunità Musulmana faceva un gesto importante e non scontato che richiedeva unità”.

“Alcuni Sindaci del Centro destra, che avevano aderito alla manifestazione, comprensibilmente se ne andarono. Oggi torna alla carica giustificando la poligamia e proponendo un partito dei Musulmani. Non credo siano necessari commenti. Il cinismo di convenienza non è un reato, e nemmeno la stupidità, ma bisognerebbe usare ogni strumento lecito affinché il buon senso prevalga”, conclude Arnaldi.

 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium