/ Eventi

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 17 agosto 2016, 08:21

Pigato, vini del territorio e attenzione all'agroalimentare, questo lo spirito con la quale è iniziata la 49° edizione di SagraLea

Assessore Regionale Mai "Sviluppare il settore agroalimentare per valorizzare il territorio e dare opportunità ai giovani" L'On. Vazio punzecchia la Regione "Che si sbrighi ad attivare i risarcimenti per i danni alluvionali". Consegnato il premio Salea e il vino 2016 al Sig. Panero Paolo (Lino), ex presidente Cooperativa Viticoltori Ingauni

Pigato, vini del territorio e attenzione all'agroalimentare, questo lo spirito con la quale è iniziata la 49° edizione di  SagraLea

Nonostante il violento acquazzone accompagnato da una grandinata che intorno alle 20,00 si è abbattuto su Albenga ha preso ufficialmente il via la 49° edizione di SagraLea.

Alla cerimonia di inaugurazione e consegna del premio Salea e il Vino 2016, attribuito al Sig. Panero Paolo (Lino), ex presidente Cooperativa Viticoltori Ingauni, presentata dalla nota speaker radiofonica Charlie di Radio Onda Ligure 101 hanno partecipato tra gli altri il Presidente della Cooperativa Macchiaverde Flavio Maurizio, il Sindaco di Albenga Giorgio Cangiano, L’Onorevole ingauno Franco Vazio e l’Assessore Regionale all’Agricoltura Stefano Mai.

Sagralea ancora una volta ha dimostrato di non essere solo un momento di festa e divertimento (come, comunque è da 49 anni), ma alla vigilia del 50° compleanno si è voluto rivolgere in modo particolare l’attenzione ai prodotti del territorio all’agricoltura e alle potenzialità che prodotti come il vino Pigato possono avere.

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano “SagraLea è un vero e proprio evento che ha raggiunto una risonanza importante in tutta Liguria e non solo. È  partita quando, forse non tutti, conoscevano il Pigato in Italia e, il fatto che oggi il nostro vino sia apprezzato in tutta Italia dimostra che, quando le cose vengono fatte con lo spirito e la passione giusta si possono raggiungere grandi obiettivi e così ha fatto la Cooperativa Macchiaverde impegnata da sempre in numerose iniziative come la è stata, ad esempio, la festa del volontariato”.

Conclude il sindaco omaggiando Lino Panero 92enne vincitore del premio di quest’anno “Il signor Panero è un esempio della voglia di vivere e di lottare anche contro le eventuali avversità della vita. Deve essere preso ad esempio anche e soprattutto dai giovani"

L’Assessore Regionale Stefano Mai ha poi voluto fare un quadro complessivo, non solo di quello che è SagraLea, ma anche dell’importanza del settore agroalimentare in Liguria ed in Provincia di Savona "L’interesse verso i vini liguri ed i prodotti del territorio, in particolare l’olio sta crescendo esponenzialmente grazie ai produttori e al crescente impegno sulle operazioni di marketing che riescono a rendere concorrenziale e a valorizzare i nostri prodotti”.

Conclude l’Assessore “In questo l’Europa ci aiuta credendo nel settore che, anche grazie ai fondi europei stiamo cercando si sviluppare in modo da dare sviluppo al territorio ed anche possibilità occupazionali ai nostri giovani”

L’On. Franco Vazio ha poi voluto porre l’accento sul vincitore del premio Paolo Panero e su quanto posto in essere dal Governo per l’agricoltura “Macchiaverde – afferma - è un gruppo di amici che si misurano da decenni in questo evento e non solo. Paolo Panero lo conosco da quando iniziai a fare politica; lui trasmetteva, già allora, la voglia di fare con la veemenza con la quale ci spronare continuamente. Lui rappresenta la concretezza e la lungimiranza della nostra terra ed è stato uno dei primi a credere nei viticoltori ingauni che sono riusciti a fare molto per i nostri prodotti”.
Continua Vazio “Già allora si era capita l’importanza del settore agroalimentare e alla valorizzazione delle eccellenze che il nostro territorio sa dare. Per questo anche il Governo sta dimostrando di credere  nel settore e lo fa ad esempio facendo in modo che gli imprenditori agricoli non paghino l’Imu (Albenga già non pagava essendo comune montano) , la Tasi e l’Irap.”

Conclude con una frecciata all’assessore Mai “Vorrei anche ricordare come il Governo si sia impegnato per fare in modo che gli imprenditori agricoli ricevessero i risarcimenti spettanti per i danni alluvionali subiti in eventi catastrofici come quello del 2014. Adesso attendiamo che la Regione si sbrighi ad attivare il procedimento per il risarcimento”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium