/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 17 agosto 2016, 14:45

50 anni di teatro a Borgio Verezzi: omaggio all’ideatore Enrico Rembado e alle origini del Festival

17 agosto 1967 – 17 agosto 2016

50 anni di teatro a Borgio Verezzi: omaggio all’ideatore Enrico Rembado e alle origini del Festival

Il 17 agosto del 1967 in piazza Sant’Agostino a Verezzi, dall’intuizione di Enrico Rembado e dall’impegno e passione dei volontari del Comitato Manifestazioni Folcloristiche e Culturali di Borgio Verezzi, nasceva il Festival Teatrale di Borgio Verezzi.

Quella sera, sul primo palcoscenico artigianale realizzato in piazzetta, andava in scena "Due volti del Medioevo (Cantori del '200)" da Iacopone da Todi, Folgore da San Gimignano e Francesco d'Assisi, spettacolo prodotto dal Piccolo Teatro Città di Savona diretto da Luciana Costantino, con Elfa Costanzo, Bruno Anselmo, Laura Bonifacino, Fidalma Fanciulli, Pino Costa, Edy Marino, Agostino Sanguineti.

Oggi, dopo mezzo secolo esatto da quel giorno, desideriamo rendere merito a quella straordinaria intuizione e al tanto lavoro svolto negli anni successivi da parte dei primi sostenitori e organizzatori del Festival. 

Per questo l’Amministrazione Comunale ha voluto organizzare un momento di incontro e di festa presso la sala consiliare del Comune questa mattina, 17 Agosto 2016, alle ore 11, invitando Enrico Rembado e insieme a lui Alberto Rossi, figlio della signora Maria Valentinotti Rossi (allora presidente del Comitato Manifestazioni Folcloristiche e Culturali di Borgio Verezzi, primo organizzatore dell’evento) e Giovanni Crisafulli, fra i primi sostenitori del Festival. Presente anche Giancarlo Vadora, Sindaco dal 2001 al 2011: significativamente affiancati dunque i tre Sindaci che sino ad oggi hanno reso possibile e fatto crescere il Festival Teatrale (Rembado-Vadora-Dacquino).

Enrico Rembado, commosso, ha ricordato gli inizi della sua intuizione, i primi passi del Festival e le sue tappe salienti, la realizzazione del Teatro Vittorio Gassman, sino al passaggio di testimone. Tanti gli aneddoti e i bellissimi ricordi da condividere.

L’incontro è stato una splendida occasione per celebrare il 50ennale, dare il giusto riconoscimento a Enrico Rembado e a quanti hanno operato agli inizi della manifestazione, e ricordare insieme i tempi dei “pionieri” e la lunga successiva storia di successi percorsa dal Festival fino ad oggi.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium