/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto transitorio non residente massimo 18 mesi...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | martedì 23 agosto 2016, 17:45

Albenga, cinque aule del Liceo a rotazione in San Domenico. Il preside Barile: "Se non conoscessi Cangiano e Arnaldi mi sentirei presa in giro"

Amarezza per il direttore scolastico che ha visto sfumare diverse possibilità e che dovrà alla fine spostare alcune classi: "Rotazione delle classi per non isolare nessuno".

A tre settimane dall’inizio dell’anno scolastico il problema aule per il Liceo G. Bruno di Albenga è ormai improrogabile e la soluzione che verrà adottata, l’unica possibile – a quanto pare – è quella di spostare alcune classi all’Istituto San Domenico.

“Non intendo isolare alcuni studenti – spiega con un po’ di amarezza la Preside Simonetta Barile – per questo stiamo pensando ad una rotazione tra le classi che dovranno stabilirsi nell’edificio”.

Gruppi di 4 o meglio 5 classi (un corso completo per non creare troppe difficoltà nell’organizzazione degli orari degli insegnanti costretti a spostarsi da un edificio all’altro per le loro lezioni) che per un paio di mesi saranno a San Domenico per poi ricevere il cambio, come in una vera e propria staffetta da altre classi “Un modo – spiega la Preside – per distribuire il più equamente possibile il sacrificio”.

Fallita l’ipotesi Tribunale, fallita quella di Palazzo Oddo e l’ipotesi di trasferire a San Domenico solo i laboratori l’amarezza da parte della preside è molta “Se non avessi conosciuto di persona il Sindaco Cangiano e il consigliere Arnaldi devo dire che mi sentirei presa in giro. Si dice di voler aiutare il Liceo, ma poi cosa si fa realmente per questo?” si chiede la Preside.

“Ci hanno proposto il Tribunale, ipotesi sfumata o almeno rimandata in attesa dell’approvazione del bilancio della Provincia per la compartizione delle aree e la realizzazione di aule e laboratori. Da notare – continua la Barile – che avevo ipotizzato anche solo di dividere studenti e Vigili Urbani attraverso una divisione simbolica per non vedere sfumare la proposta positiva di utilizzare l’ex Tribunale, ma mi era stato risposto di no”.

“Allora ci hanno proposto alcune aule sopra la biblioteca, ma la Provincia non ha giudicato idonei quegli spazi, quindi anche questa ipotesi che avevo accettato immediatamente è sfumata” spiega la preside.

“Infine ci hanno dato la disponibilità per l’edificio San Domenico e per non isolare nessuna classe avevamo ipotizzato di mettere lì i laboratori. Per esigenze di orari servivano quegli spazi anche per alcuni pomeriggi, almeno 2 alla settimana – continua la Barile – Ci hanno detto, però che di pomeriggio c’erano alcune associazioni, in particolare l’Unitre che non poteva essere spostato. Così come, del resto non si potevano toccare le aule magne perché spazio per Kronoteatro. Avremmo, infatti, ipotizzato di dividere anche quegli spazi per poter dare una collocazione agli studenti”.

Conclude la Preside “Non si può toccare Kronoteatro, non si toccano, giustamente le elementari, non si tocca Unitre, insomma si può toccare solo il Liceo che invece dovrebbe essere tenuto in considerazione e valorizzato essendo una risorsa per Albenga”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore