/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 18 settembre 2016, 18:00

La band dei Mascinga omaggia Hendrix (VIDEO)

Una cover pubblicata nel giorno esatto del 46° anniversario della morte del chitarrista mancino

La band dei Mascinga omaggia Hendrix (VIDEO)

La band dei Mascinga, nata nel comprensorio tra Albenga e Alassio e formata (in ordine alfabetico) da Giorgio Baldissera (chitarra), Davide Bergia (voce e basso), “Boggio” Nattero (chitarra) e Matteo Pellissero (batteria e cori) presenta ufficialmente oggi, 18 settembre, il suo nuovo video. Si tratta di una cover di “Voodoo Chile” per celebrare il 46° anniversario della morte di Jimi Hendrix, avvenuta proprio il 18 settembre del 1970.

Di tutto questo, e di tante altre cose, parliamo con i ragazzi della band in questa intervista.

Partiamo dall’evento di cronaca: un video per ricordare Jimi Hendrix. Come mai la scelta di questo omaggio e perché proprio “Voodoo Chile”?

“Anche se veniamo dai generi più disparati, a livello di ascolti, siamo sempre stati tutti d'accordo sull'importanza della figura di Hendrix nel mondo del rock. Il nostro batterista, addirittura, lo considera una specie di entità protettrice! (ridono). Dacchè le prove dei Mascinga sono generalmente delle jam piuttosto "hazy", per citare nuovamente Jimi, più di una volta ci siamo trovati a suonare i suoi pezzi. Da lì all'idea di rendere omaggio, a nostro modo, a una delle icone più rappresentative per chiunque abbia imbracciato uno strumento e preteso di suonare rock'n'roll, il passo è stato breve. Avere poi a disposizione un vero talento come Francesco Teo dietro alla cinepresa - e Milagros, magnetica come poche - ha fatto il resto. E il pubblicarlo nel 46° anniversario della morte ci particolarmente orgogliosi di questo video!”

Veniamo alla band: come e quando nascono i Mascinga? Chi ne fa parte attualmente? Come nasce questo nome?

“Mascinga nasce nel 2011 da Davide e Giorgio, entrambi ex Senseless, ai quali si aggiungono Boggio (Carcharodon) e l'onnipresente Matteo Ricordo alla batteria. Questa formazione incide "Mascinga" nel 2011 e "Veleno" nel 2013, dischi che risentono tanto dell'urgenza "stradaiola" che era propria dei Senseless quanto della "dipendenza da riff" di chi è cresciuto a pane e hard rock. Quando alla fine del 2013 Matteo ha lasciato la band per trasferirsi in Inghilterra, dopo una breve ricerca il suo posto è stato preso da un altro Matteo, che altri non è che il cantante di Low Light e ...Like An Opening Band For The Sun. Cosa significa Mascinga? Non è una distorsione della parola "machine gun", beninteso. Ha piuttosto a che fare con le jam di cui sopra... (ridono di nuovo)”.

… E io che credevo che fosse Mazinga in dialetto ligure! Ok, concludiamo con un occhio al futuro: a quali progetti state lavorando dopo questo video?

“Intanto, abbiamo finalmente reso disponibile i nostri primi due dischi in formato digitale praticamente ovunque (Bandcamp, Soundcloud, Spotify etc.). In secondo luogo, dopo due anni di asserragliamento in studio siamo finalmente riusciti a concludere il nostro terzo lavoro, programmaticamente intitolato "III" e che vedrà la luce alla fine di Ottobre; conterrà la nostra versione di "Voodoo Chile" più altre... no, non ve lo diciamo, seguite ogni sviluppo sulla nostra pagina Facebook. Infine, bollono in pentola un bel po' di date... insomma, siamo pronti a divulgare il verbo del serpente”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium