/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | domenica 16 ottobre 2016, 14:13

Preso altro Pusher ad Albenga, continuano i controlli dei carabinieri

Questa volta, è stato il turno di RADI Jamal, marocchino quarantunenne, pregiudicato per reati d spaccio di sostanze stupefacenti, già arrestato dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Albenga, è stato rintracciato, questa volta in giro per le strade della Città delle Torri

Ancora risultati nella lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, dopo il blitz al “Bar Adam” di via del Roggetto, salgono a 4 i soggetti tratti in arresto tra flagranze e ordini di cattura.

Questa volta, è stato il turno di RADI Jamal, marocchino quarantunenne, pregiudicato per reati d spaccio di sostanze stupefacenti, già arrestato dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Albenga, è stato rintracciato, questa volta in giro per le strade della Città delle Torri. Riconosciuto dai militari e dagli agenti della Polizia Locale, i suoi trascorsi giudiziari sono ben noti, il pusher è stato immediatamente controllato. Sul suo conto emergeva un ordine di cattura per una precedente evasione, (risalente ad Aprile di quest’anno) dal regime degli arresti domiciliari dove era finito appunto per la commissione di delitti in materia di stupefacenti. Subito ammanettato e accompagnato in caserma per il suo fotosegnalamento e per il successivo accompagnamento nel carcere di Imperia.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile albenganese, continuano dunque senza sosta nell’opera, già intrapresa da mesi, volta al contrasto del fenomeno dello spaccio, determinati a portare avanti un preciso intento di dissuasione, scoraggiando e segnalando come “tossicodipendenti” tutti i consumatori fermati a seguito dell’acquisto di narcotico. Una lotta non facile, che ha bisogno della collaborazione della cittadinanza attiva e del continuo flusso di segnalazioni che agevolando il lavoro dei Carabinieri, porta spesso a risultati importanti.

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore