/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 25 ottobre 2016, 13:15

La Lega Nord di Borghetto e Loano attacca il PD su DEA di II Livello e referendum

"Continui attacchi all'operato dell'assessore regionale alla sanità Sonia Viale"

La Lega Nord di Borghetto e Loano attacca il PD su DEA di II Livello e referendum

Enzo Ricotta (Segretario della Lega Nord per Borghetto e Val Varatella ) e Aldo Gavioli (Segretario della Lega Nord Loano) sferrano un attacco congiunto al PD: "E’ sbalorditivo come il PD cerchi in tutti i modi di attaccare direttamente o indirettamente l’operato dell’assessore regionale alla sanità Sonia Viale.

In passato il PD ha utilizzato in modo disdicevole la tecnica di reiterare un concetto pur se palesemente falso fino a sdoganarlo come vero quando palesava situazioni apocalittiche che si sarebbero abbattute sul nosocomio d’Albenga se la regione avesse chiuso il GSL (Irrimediabilmente compromesso da situazioni ormai note a tutti e soprattutto alla magistratura).

Adesso lo stesso PD si erge paladino difensore di quella sanità che il suo stesso operato ne ha sancito la disfatta; non è stata forse la sinistra che ha declassato il pronto soccorso d'Albenga, chiuso e trasferito interi reparti del nosocomio ingauno e pietrese a favore del San Paolo in piena sintonia con quel progetto Savona centrico che ha sempre cercato di mettere in atto la giunta Burlando?

Adesso siamo alla farsa; Politici e amministratori che si ergono difensori degli ospedali del ponente savonese e che partecipano a consigli comunali congiunti sono gli stessi che sostengono e promuovono il SI al referendum del 4 dicembre che prevede una sanità gestita da Roma e che se questo 'rigurgito di centralinismo' trovasse applicazione dalla capitale farebbero molto in fretta a togliere servizi e chiudere i nostri ospedali del ponente savonese.

In piena sintonia con l'unità e condivisione che lega tutti i sindaci che parteciperanno il 7 novembre al consiglio allargato in difesa del DEA di 2° livello del Santa Corona e nell' affermare la necessità di avviare una processo di forte integrazione tra gli ospedali d'Albenga e Pietra Ligure, invito tutti i partecipanti a prendere ufficialmente posizione a sostegno del NO al referendum del 4 dicembre e di votare un documento dove si chiede la modifica della legge Balduzzi l'addove se applicata andrebbe a comportare nella nostra provincia il mantenimento del solo ospedale San Paolo di Savona".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium