/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | lunedì 14 novembre 2016, 19:15

Albisola, inaugura la prima edizione del "Premio di Poesia nazionale Tagore a tema libero" nell'ambito di “Oro d'autunno”

Mostra collettiva visionabile ogni giorno fino al 24 novembre dalle 15:00 alle 19:00

Nell'ambito della Manifestazione “Oro d'autunno” comprendente pittura, scultura, ceramica, fotografia e musica che durerà fino al 24 novembre, l'associazione senza scopo di lucro“La casa delle Arti”, ha bandito la prima edizione del "Premio di Poesia nazionale Tagore a tema libero" , fino a tre composizioni edite o inedite ma mai premiate per artista.

La giuria era composta da tre autorevoli esperti esterni all'associazione guidati dal critico d'arte Marco Pennone: al primo classificato è andato in premio un piatto della nota artista Aurelia Trapani, al secondo un piatto del ceramista Ettore Gambaretto e al terzo un fumetto da collezione del maestro Enzo Cusimano. Sono stati premiati inoltre tutti i primi 10 partecipanti e i ventitrè poeti  selezionati che hanno ricevuto un diploma di merito sono:

Maura Arena, Grazia Arnese Grimaldi, Ezio Bruno, Emilio Beglia, Dario Bosano, Demy Canepa, Riccarda Carozzi, Bruna Cerro, Ivan Caria, Federica Giorgis, Franca Moraglio Giugurta, Nice Piana, Cinzia Peri, Silvia Ragazzini Martelli, Stefano Margara, Alessio Mazza, Adelina Scasso, Carlo Tirone, Mariella Tissone, Fedele Vernazza, Marina Vignolo e Egizia Venturi

La mostra a tema libero, a cui ha presenziato durante linaugurazione l'assessore alla cultura di Albisola Giovanna Rolandi e l'esperta d'arte Claudia Ghiraldello, nello spazio espositivo di Via dei Seirullo 12 ad Albisola Superiore, ha visto grande successo di pubblico; grande affluenza anche per la premiazione delle poesie.

Gli artisti che partecipano alla collettiva -afferma il segretario Diego Gambaretto-  visionabile ogni giorno fino al 24 novembre dalle 15:00 alle 19:00 sono:

Valdo Bassoli, artista riservato dal grande cuore, con due quadri rappresentanti alberi, uno a pastello su carta mentre il secondo acrilico su tela,in una continua evoluzione del suo stile molto ricercato ed apprezzato; Emilio Beglia con due tele rappresentati un paesaggio ligure e nature morte da sogno; Ezio Bruno con una ricercata ardesia dall'alto valore simbolico raffigurante un bambino; Mirco Colombo con due fotografie realizzate a Stoccolma che stanno creando grande interesse; Caterina Galleano che ci trasmette il suo amore per gli animali attraverso un quadro raffigurante due splendidi cavalli; Federica Giorgis con opere ispirate ad alcuni sogni e con il suo brevetto che sta facendo molto parlare legato ad effetti visivi molto affascinanti; Grazia Luzio con una tela in cui è presente movimento, giochi di colore e magia;  Mariapia De Micheli con due quadri rappresentanti figure femminili molto sensuali e mai volgari, in cui dimostra grande padronanza del chiaro scuro e dei giochi di luce; Nice Piana con sette opere selezionate che spaziano dal paesaggio, alla natura morta fino ad arrivare a figure femminili, una produzione che trasmette all'osservatore armonia attraverso la ricerca stilistica; Adriana Podestà con uno dei suoi quadri più riusciti in cui dimostra abile uso del colore e della luce e che rappresenta appieno il suo motto "l'arte è lo specchio dell'anima"; Mariella Tissone, poliedrica artista, con una tela informale in cui i colori caldi fanno da padrona e che esprime movimento, carica, energia ed è la trasposizione sulla tela del suo motto "una vita a colori fino all'ultimo minuto"; Federica Traverso con un viso femminile e forme geometriche molto armoniose nel loro insieme; Aurelia Trapani che non smette di farci sognare con due nature morte autunnali e un bellissimo bosco sulle rive di un fiume in cui lo sguardo si perde ad ammirare il paesaggio e la mente scivola in dolci pensieri; Emanuela Venier con due piccoli quadri molto apprezzati dal pubblico in cui riesce, con grande padronanza nell'utilizzo di particolari tecniche, a creare accenti di rara intensità che vibrano tra le delicate cromie della sua spiritualità molto accentuata; Gio Venturi con due splendide sculture vincendo la difficile sfida nell'uso degli ossidi che riescono a rendere le ceramiche veri e propri pezzi unici; Rita Vitaloni riesce a stupirci molto positivamente con un quadro in cui sono presenti tecniche molto complesse ottenendo un risultato armonico molto difficile da replicare; Antonietta Zamponi con una tela dal titolo "Energia pulita" molto colorato, ottenuta utilizzando molte simbologie, che merita un attenta analisi .

Afferma sull'evento la nota scrittrice Maria Scarfì Cirone, autrice di oltre trenta libri pubblicati: "E’ preziosa, nel contesto del nostro vissuto, ogni voce che sale dall’interno dell’anima e si svincola in versi sotto l’impeto di una forte carica emotiva. 

Il linguaggio poetico è, insieme, creazione individuale e atto spirituale: innalza l’esperienza umana attraverso l’estetica del pensiero e sublima amore, dolore, felicità, ricordi e ogni altro sentimento, usando tutte le sfumature dell’intelligenza e della sensibilità.  A volte, quando è portatore di complesse verità umane, diventa gemito, grido, urlo di denuncia di tragedie storiche e sociali, di libertà, di dignità, di passione. Poesia. Elevata tensione spirituale. Inconfondibile fascino di assoluta bellezza.  A parte lo strumento metrico adoperato da ogni autore, ogni lirica rappresenta sempre uno straordinario evento nel quale si fondono impegno e fantasia, realtà e sogno, originalità e consapevolezza.  Sgorga da un profondo percorso interiore, dalla sorgente pura dello spirito, per assumere il ruolo di forza rigeneratrice, tale da fecondare ogni deserto, tale da intessere nuove supreme armonie."

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore