/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | sabato 19 novembre 2016, 16:43

Autovelox illegittimi, l'iniziativa di Cobas utenti "Stiamo predisponendo ricorsi al Prefetto e istanze in autotutela"

Cobas utenti sta partendo con la sua iniziativa di ricorsi al Prefetto accompagnati da istanze in autotutela,che non fanno concorrenza ai ricorsi al GIUDICE DI PACE,ma rappresentano una delle alternative possibili.

 

Ancora attesa per le migliaia di automobilisti che si sono visti recapitare decine di multe per il superamento ( spessimo di pochi chilometri orari) del limite di velocità sulla Strada Provinciale n. 6 (San Fedele -Lusignano) e Strada Provinciale 42 (Cosseria).

La speranza è quella che il 28 possa arrivare la decisione in autotutela di annullare tutti i verbali e che venga valutato l'innalzamento del limite di velocità previsto ed il consiglio a tutti gli automobilisti quello di attendere e non pagare al momento verbali che potrebbero essere stati comminati a seguito di rilevamento di velocità effettuato da apparecchi illegittimi.

Se non dovesse esserci l'annullamento, se da un lato continueranno le azioni e le prese di posizione degli amministratori del territorio, dall'altro i cittadini potranno ricorrere al Giudice di Pace.

Vi è , però, anche un'altra alternativa ed i Cobas utenti hanno deciso di portare avanti proprio la strada dei ricorsi al prefetto. Affermano infatti "" Di fronte a una protesta di massa,con 19.000 multe notifcate sino ad oggi per gli autovelox di Cosseria ed Albenga,soluzione inaccettabile per finanziare enti provinciali che non dovrebbero più esistere e lavoratori e competenze che andavano da tempo redistribuite, Cobas utenti sta partendo con la sua iniziativa di ricorsi al Prefetto accompagnati da istanze in autotutela,che non fanno concorrenza ai ricorsi al GIUDICE DI PACE,ma rappresentano una delle alternative possibili."

"L'importante è non pagare multe palesemente contrarie alla procedura e visibilmente finalizzate a far cassa,con autovelox posizionati in punti esterni al centro abitato e non rilevabili.Per questi e altri motivi,abbiamo per ora scelto,di fronte alle richieste giunte,di seguire una linea che riteniamo vincente,se si pensa che il Prefetto ha sospeso gli autovelox in questione  . Quindi,è attiva la casella mail noautovelox@email.it, a cui scrivere per aderire all'iniziativa di Cobas utenti,prima di una lunga serie di iniziative per gli automobilisti."

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore