/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | domenica 18 dicembre 2016, 09:30

Nuovo Governo in Italia, ma i fondi per i danni alluvionali del 2014 arriveranno alle imprese agricole?

Giunta la notizia della dichiarazione dello stato di emergenza atto prodromico per permettere a Enti come Regione e Comune di intervenire sul territorio rimane il dubbio per chi deve ancora ricevere i risarcimenti del 2014

Nuovo Governo in Italia, ma i fondi per i danni alluvionali del 2014 arriveranno alle imprese agricole?

 

È stato dichiarato lo stato di emergenza per la Liguria atto prodromico per permettere a Enti come Regione e Comune di intervenire sul territorio necessari a seguito dei danni alluvionali del 2016.

Ma per i danni alle imprese agricole subiti nel 2014? La questione non manca di suscitare ancora dubbi e perplessità, nonché veri e propri timori dati anche dal cambio del Governo avuto con le dimissioni di Renzi.

La domanda che molti agricoltori si pongono in queste ore è: con il nuovo governo cambia qualcosa?

Spiega l'On. Franco Vazio “Ripeto quanto era già stato detto in passato, i fondi per coprire quei danni non ci sono ora serve una norma ad hoc per procedere al risarcimento. Il problema è stato – continua- che dato che non è stata fatta la richiesta, quelle somme nella legge di stabilità non c’erano”.

Cosa si può fare adesso lo spiega Vazio “Ora dobbiamo lavorare per creare una norma ad hoc per stanziare delle risorse per coprire i danni, non solo quelli attuali del 2016, ma anche quelli del 2014. “L'esistenza del Governo, in questo senso è condizione imprescindibile, il Paese senza non può provvedere a queste emergenze”.

Conclude Vazio “Giovedì ero Montecitorio e parlavo con il funzionario del Ministero dello Sviluppo Economico e con il Funzionario della Protezione Civile e con loro stavamo considerando come costruire una nuova norma per recuperare questi fondi. - conclude Vazio con una nota amaramente ironica - Quello che mi auguro è che questa volta non succeda quello accaduto la volta scorsa fattore per il quale, la strada per ottenere il risarcimento per i danni 2014 è ancora lunga”. 

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore