/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Centralissimo vicinissimo mare in viale Martiri della Liberta` contratto 4+4 residente arredato 11 vani 177mq....

Centrale via Aurelia n.91 a 80 metri mare con parcheggio pubblico a 15 metri contratto 6+6 negozio in ordine 60mq. e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 19 gennaio 2017, 13:15

Savona, l'attacco dell'ex vice sindaco Di Tullio: "Il Pd non deve fare opposizione da quadernetto e matita"

"Sono sconcertato dalla lettera che il gruppo consiliare ha inviato al M5S e 'Noi per Savona'"

"Mi dispiace ma devo dirvelo. Resto sconcertato da questa lettera che il gruppo consiliare del Pd invia a M5S e 'Noi per Savona' per fare opposizione insieme" commenta su Facebook l'ex vice sindaco di Savona Livio Di Tullio. 

"Non sono più un iscritto al PD ma ne sono un elettore e provo imbarazzo a vedere questo Partito che scrive una lettera del genere e si fa umiliare dalla risposta negativa e sprezzante di coloro che l’hanno ricevuta (ed era ovvio che accadesse). Lo sconcerto deriva dalla “missione” fondamentale del PD che è quella di governare, non di fare opposizione".

"Quando si trova all’opposizione il suo compito non è dire solo dei NO ma di avanzare proposte alternative. Più precise e credibili sono meglio è. Qualcuno nel Pd pensa davvero che sia possibile dire dei No e avanzare proposte comuni con il M5S o con Noi per Savona ? I primi sono tra i più accesi avversari, quelli savonesi tra i più ideologici, furibondi e isolati dalla Città, tanto che non sono riusciti nemmeno ad andare ad un ballottaggio che sembrava scontato. I secondi, Noi per Savona, brave persone per carità, ma rappresentano quanto più di vecchio c’è stato e c’è ancora in questa Città. Aggiungo che mettere sullo stesso piano di interlocuzione, la sinistra presente in Consiglio o fuori dal Consiglio, con i 5 Stelle significa alienarsi anche il rapporto con quella, che dovrebbe invece essere ricostruito". 

"Il Pd non si dovrebbe rivolgere ai 5 Stelle o a Noi per Savona. Semmai si deve rivolgere a tutti i Cittadini di Savona e non per fare opposizione da quadernetto e matita, ma per un grande progetto di rilancio della Città… e non può avere l'obbiettivo di far cadere un Assessore inadeguato ma di fare sempre e solo il bene di Savona... soprattutto non si fa umiliare da nessuno" conclude Di Tullio. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore