/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 gennaio 2017, 07:15

"Noi per Savona" risponde a Di Tullio: "E saresti tu il nuovo?"

"Il nostro Gruppo ha sempre dimostrato di collaborare sui temi importanti con chiunque si interessi del bene dei cittadini"

"Noi per Savona" risponde a Di Tullio: "E saresti tu il nuovo?"

La lista "Noi per Savona" replica alle recenti dichiarazioni su Facebook dell'ex vicesindaco Di Tullio, che aveva definito la minoranza savonese come "Un'opposizione da quadernetto e matita" (leggi QUI).

Risponde così "Noi per Savona": "Su Savonanews l'ex vice Sindaco, nonché ex Assessore all'Urbanistica, Di Tullio ci onora della sua attenzione: "brave persone per carità, ma rappresentano quanto di più vecchio c'è stato e c'è ancora in questa Città".

"L'attribuzione di vecchio ci viene data, in effetti, da un rappresentante delle Giunte che, con grande lungimiranza, hanno governato la Città dal dopoguerra e in particolare negli ultimi 20 anni, che hanno introdotto una nuova politica urbanistica (cementificazione cieca e rovinosa commistione di zone residenziali e industriali), con una nuovissima e moderna gestione dei rifiuti (420 mila euro di ecotassa per la disastrosa raccolta differenziata), con una politica veramente democratica della partecipazione popolare (progressivo azzeramento del Decentramento) e soprattutto con una trasparente politica finanziaria che ha seguito la moda dei Derivati".

"L'intervento di Di Tullio voleva tirare le orecchie al Pd, reo di aver chiesto la collaborazione delle altre minoranze. In realtà il nostro Gruppo ha sempre dimostrato di collaborare sui temi importanti con chiunque si interessi del bene dei cittadini, e lo abbiamo fatto anche col PD, appoggiando i suoi odg e mozioni relativi a temi sociali e ambientali. Non abbiamo riscontrato, per altro, la stessa sua disponibilità nei confronti di nostre proposte".

"Anche la gravissima crisi occupazionale iniziata nei decenni scorsi con lo smantellamento dell'industria savonese e l'apertura acritica alla speculazione urbanistica vede tra i protagonisti il vecchio Assessore, responsabile di un Sindacato. Detto questo, ci chiediamo a chi giovino queste critiche da parte di chi ha contribuito in modo determinante all'attuale profondissima crisi economica, sociale, urbanistica e ambientale di Savona".

"Ma di che cosa stiamo parlando? Da bravi renziani, esponenti del Pd (novelli futuristi) prediligono la velocità, il tweet, la vetrina e, con scarso rispetto per gli avversari politici, denigrano un Gruppo che cerca soluzioni ai problemi cittadini con studio, impegno e lavoro continuativo che è, questo sì, diverso e nuovo", conclude Noi per Savona.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium