/ Solidarietà

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | domenica 22 gennaio 2017, 08:28

All’alba di stamattina i volontari finalesi sono arrivati a Monteleone di Spoleto

A bordo del camion presenti tre stufe e un abbondante carico di pellet destinati all’ex asilo di Ruscio, oggi usato come rifugio per i terremotati

Le foto sono per gentile concessione di Tonino Scafuro

Alle prime luci dell’alba di stamattina è arrivato a Monteleone di Spoleto il camion partito stanotte da Finale Ligure con a bordo nuovi aiuti per le popolazioni dell’Italia Centrale. Ancora una volta la popolazione finalese ha raggiunto un traguardo straordinario in termini di solidarietà.

Nei giorni scorsi, infatti, la Consulta Finalese per il Volontariato aveva divulgato un appello mettendo il proprio IBAN a disposizione per acquistare una stufa a pellet da portare nell’ex asilo di Ruscio, in Italia Centrale, una struttura attualmente usata come rifugio per tutte quelle persone colpite simultaneamente dal maltempo e dal sisma (leggi QUI).

Le cose non sono andate proprio esattamente come previsto… Sono andate molto meglio.

Non soltanto con le donazioni sul numero di conto pubblicato è stato possibile acquistare una stufa a pellet nuova, ma un’altra stufa identica è stata comprata e donata alla Consulta da una coppia di Finale Ligure. Inoltre una famiglia di Feglino ha donato la propria stufa a pellet usata e in ottime condizioni, mentre una famiglia finalese ha persino donato una lavatrice come nuova.

Un paio di giorni prima della partenza il presidente della Consulta Finalese per il Volontariato, Emanuele Gerardi, ci aveva confidato: “Speriamo che oltre alla stufa ci avanzi ancora qualche soldo per comprare almeno un sacco o due di pellet, così faremo a queste persone oggi riparate nell’asilo di Ruscio una gradita sorpresa”. Grazie ai soldi delle donazioni di sacchi di pellet se ne sono comprati tre bancali, abbastanza da riempire quasi interamente il cassone di un camion.

Commenta Gerardi: “L’obiettivo è stato raggiunto grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto: l’amministrazione comunale di Finale e tutta la popolazione non solo di Finale Ligure ma anche di molti paesi circostanti. E siccome qualcuno ci ha già contattato dicendo che avrebbe voluto contribuire ma non ha fatto in tempo, noi non vogliamo che nessuno si senta escluso: sicuramente chiederemo ancora qualche contributo per aiutare queste popolazioni del Centro Italia, quando le incontreremo di persona e raccoglieremo le testimonianze dei loro problemi e delle loro esigenze”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore