/ Agricoltura

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Agricoltura | martedì 07 febbraio 2017, 08:00

Frutta e verdura "Km. 0", i Verdi: "Si tutela la salute con un giusto rapporto qualità-prezzo"

Lo dice il portavoce dei Verdi Savonesi Gabriello Castellazzi

"In molti Paesi extra-europei vi sono legislazioni arretrate riguardanti la sicurezza alimentare. Alcuni Stati consentono ancora  DDT e altri antiparassitari pericolosi, oggi fortunatamente vietati in Italia; gli stessi USA sono più arretrati rispetto a noi. Pesticidi e fugicidi aumentano il rischio di contrarre tumori (a fegato, pancreas, intestino, ecc.), possono anche creare problemi respiratori, ecc" commenta Gabriello Castellazzi, portavoce  dei “Verdi” della provincia di Savona. 

"L'ASL è l'ente preposto alla verifica di qualità ed al controllo su presenza di fungicidi e pesticidi negli alimenti: I controlli vengono effettuati principalmente su tiobendazolo E233 (antimuffa per frutta e verdura), difenile E230 (antimuffa), imazalil (fungicida), acido sorbico E200 (inibitore di lieviti e muffe) anche su E 200-231-232, che sono le sostanze più usate su frutta e verdura, specialmente su arance, mandarini, limoni trasportati in lunghi viaggi".

Continua: "Secondo la “Coldiretti” la Cina ha conquistato il primato per alimenti contaminati da micotossine, additivi e coloranti fuori norma. Teniamo conto che nel 2015 abbiamo importato dalla Cina 67 milioni di Kg di concentrato di pomodoro, pari al 10% della nostra produzione nazionale in pomodoro fresco equivalente. Inoltre la “Coldiretti” cita un lungo elenco di Paesi dai quali provengono prodotti “fuori norma”".

"Ecco perché facendo acquisti di prodotti agricoli a “km. 0” si tutela di più la salute, in un giusto rapporto qualità-prezzo. I prodotti di stagione non hanno bisogno di conservanti (antimuffa, ecc.) e sono più saporiti; non hanno bisogno di imballaggi (plastica e cartone), quindi meno rifiuti; fanno risparmiare CO2 perché non devono essere trasportati lontano dal luogo di produzione,quindi meno inquinamento ambientale. Inoltre, promuovendo l'agricoltura locale si consente l'avvio di nuove imprese (più lavoro per i giovani) e si contribuisce alla salvaguardia del territorio contro il dissesto idrogeologico".

"I cittadini della provincia di Savona sono dei privilegiati in quanto possono approfittare di una grande produzione ortofrutticola e di parecchi mercatini presenti sul territorio: Finale Ligure, Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Loano, Borghetto S.S., Albenga, Cairo Montenotte, Carcare e Millesimo. Qui, più volte alla settimana, le aziende agricole locali offrono prodotti freschi e di stagione, sull'esempio dei “Farmers market” inglesi e francesi. Ottime occasioni anche per i turisti" conclude Castellazzi. 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore