/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Buono stato di conservazione sia estetica che funzionale, colore blu, parcheggiata in garage privato. Documentazione...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche...

Polleria,salumeria,praticamente nuova. Affare in blocco o separatamente i singoli pezzi. Cella frigo, forno,...

macchina fotografica automatica reflex no digitale, Minolta dynax 303si 35/80 con zoom Minolta 75/300 borsa e...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 07 febbraio 2017, 12:08

Pietra Ligure: l'amministrazione fa il punto sui lavori alle scuole

Interventi su tutte le strutture scolastiche comunali per oltre 600mila euro complessivi. Il sindaco: "Chi ci accusa di non aver piantato un chiodo sta mentendo"

L’amministrazione comunale di Pietra Ligure fa il punto sui lavori effettuati nelle scuole. Introduce il discorso il sindaco Dario Valeriani, che ha particolare voce in capitolo proprio in virtù della sua lunga esperienza in prima persona come insegnante: “Qui a Pietra Ligure abbiamo diverse infrastrutture, tra nido intercomunale, scuola dell’infanzia e primaria di primo e secondo grado. Quindi, in base alle poche disponibilità economiche che purtroppo, in questo preciso periodo, il nostro comune, come molti altri comuni, ha, abbiamo deciso di investire fortemente su giovani e sport, investendo sulle strutture scolastiche e sportive”.

Aggiunge il consigliere Paola Carrara: “Stiamo spendendo per le scuole una media di oltre 500mila euro annui, senza considerare le spese ordinarie, come la luce e il riscaldamento; sono numeri importanti, volti all’adeguamento dell’offerta formativa e al potenziamento di quest’ultima, con particolare riguardo ai bambini diversamente abili”.

Aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, Francesco Amandola: “Appena insediati abbiamo dovuto prendere atto di una situazione difficile, per cui ci siamo mossi in due direzioni: la ricerca di finanziamento da parte di enti come la Regione o il Governo e l’integrazione con l’impegno che si poteva mettere a livello di casse comunali. Siamo riusciti così a fare interventi rilevanti su tutti i plessi scolastici comunali”.

Ecco nel dettaglio gli interventi fatti:

SCUOLE ELEMENTARI PAPA GIOVANNI XXIII

•         Lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione esterna della scuola elementare "Papa Giovanni XXIII" ubicata in viale Europa 181 -

Costo intervento € 50.000,00 di cui:

- con Decreto del Consiglio dei Ministri è stato assegnato al Comune di Pietra Ligure un contributo denominato “scuole sicure” pari ad € 45.329,26 la restante parte con fondi propri di bilancio;

•         Messa in sicurezza infissi esterni € 12.900,00 con fondi propri comunali

•         Sostituzione caldaia € 9.000,00 fondi propri comunali

2) SCUOLE MEDIE

•         Lavori di realizzazione di una centrale termica presso la palestra delle scuole medie di via Oberdan. Importo dei lavori € 80.000,00 con fondi propri comunali.

•         Lavori di realizzazione nuova piattaforma elevatrice € 50.683,00 con fondi propri comunali.

•         Riqualificazione pavimentazione locale mensa € 50.000,00 fondi propri comunali

•         Riqualificazione pavimentazione piano secondo € 150.000,00 fondi propri comunali

•         Indagini diagnostiche € 7.200,00 di cui € 6.000,00 finanziate dal MIUR e € 1.200,00 con fondi propri comunali

3) SCUOLA MATERNA VIA DELLA CORNICE

lavori di adeguamento igienico sanitario dei locali all'interno dello stabile comunale sede della Scuola Materna “Zenobia Martini” - Finanziamento del 90% del MIUR, 10% Fondi propri comunali

•         realizzazione di una piattaforma elevatrice € 35.828,00

•         realizzazione nuove aule piano primo € 120.000,00

4) SCUOLE ELEMENTARI VIA DELLA CORNICE

Indagini diagnostiche € 7.200,00 di cui € 6.000,00 finanziate dal MIUR e € 1.200,00 con fondi propri comunali.

Commenta ancora il sindaco Valeriani:La situazione più disastrosa l’abbiamo trovata nel plesso di viale Europa, nonostante sia una scuola inaugurata poco più di dieci anni fa. Lo stato dell’impianto di riscaldamento è disastroso, quest’anno i ragazzi erano al freddo e siamo riusciti a rimediare con un intervento urgente, ma tutto il circuito di riscaldamento sarebbe da rifare. Personalmente non ho capito neanche la scelta dei progettisti di inserire due terrazzi, visto che in tanti anni di insegnamento ben raramente ho visto un terrazzo in una scuola. Abbiamo quindi dovuto rifare completamente il terrazzo superiore e inferiore. E poi c’è il problema degli infissi: ci sono finestre dalle vetrate enormi montate su binari troppo sottodimensionati. Se disgraziatamente una cedesse si potrebbe verificare una tragedia. E poi, con dei vani così enormi, possibile che non sia stato ricavato neanche uno spazio per degli sgabuzzini, o un ripostiglio degli attrezzi?”  

Il sindaco Valeriani non risparmia una frecciatina alla minoranza: "Chi dice che non è stato piantato neanche un chiodo sa di mentire. Certo, sono lavori meno visibili e meno sotto gli occhi di tutti rispetto al rifacimento di una piazza o di un lungomare, ma sono altrettanto importanti se non di più. Con questi soldi avremmo potuto prendere decisioni più di impatto mediatico, invece sono stati eseguiti interventi sulle strutture per oltre 600 mila euro, adeguando i plessi scolastici presenti sul nostro territorio, ovvero, le scuole dell'infanzia, elementari e medie". 

"Sono molto soddisfatto, questa è la politica che la nostra amministrazione ha scelto, ossia, andare a investire sulle nuove generazioni, su quello che sarà il nostro futuro - conclude il primo cittadino Valeriani - un grande plauso va fatto all'amministrazione e agli uffici che ci hanno supportato".  

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore