/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | martedì 14 febbraio 2017, 16:26

Si fingono benefattori, ma per il lascito occorre anticipare le spese notarili: arrestata coppia di siciliani

Solo fra settembre 2016 e gennaio 2017 accertati 13 colpi a Genova, Imperia, Milano e Varazze

Ennesimo caso di truffa agli anziani, dopo i finti addetti Enel, Gas, i finti finanzieri, poliziotti o carabinieri e altri stratagemmi adottati per circuire persone solitamente sole e anziane questa volta i malviventi, dall'aria rassicurante e di età adulta (due siciliani sui 60anni) si spacciavano per benefattori arrivati dalla Svizzera per consegnare presunti lasciti, naturalmente, però, era necessario prima versare i contributi notarili per ricevere l'eredità.

Una truffa della quale si è già sentito parlare, ma se si pensa a persone sole e anziane, è facile capire che i due Carmelo Barbieri e Vincenzo Santacaterina riuscivano con giri di parole ed atteggiamenti accattivanti a convincere le loro vittime.

Carmelo Barbieri, e Vincenzo Santacaterina, entrambi di 61 anni e siciliani, hanno ammesso 13 colpi fra Genova, la Liguria e Milano.

L'arresto portato a termine dalla squadra mobile di Genova ha concluso un'indagine avviata dopo l'ennesima truffa.

Solo fra settembre 2016 e gennaio 2017 accertati 13 colpi a Genova, Imperia, Milano e Varazze

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore