/ Attualità

Affari & Annunci

vendita box in Savona, Corso Vittorio Veneto zona Clinica Riviera, prezzo trattabile

cucina REX in acciaio quasi nuova con coperchio in vetro e forno

Bellissimo bongalow con roulotte con ogni confort in campeggio con piscina e spiaggia privata vendo per scarso utilizzo

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Attualità | venerdì 17 febbraio 2017, 08:45

Cinture riciclate dai pneumatici, per combattere l’inquinamento

Grazie al riciclo e al riuso creativo dei copertoni delle biciclette è arrivato un altro contributo importante per il Clean up the med di Legambiente

Grazie alla creazione e alla vendita, in Liguria, di cinture fatte con pneumatici usati è stato finanziato il progetto Clean up the med di Legambiente per la pulizia delle coste nel Mediterraneo

Dal 1995 ad oggi il progetto di Legambiente coordina enti, associazioni, scuole e volontarie per liberare le spiagge del Mediterraneo dai rifiuti

Grazie al riciclo e al riuso creativo dei copertoni delle biciclette è arrivato un altro contributo importante per il Clean up the med di Legambiente. Il progetto legambientino che si occupa ogni anno di organizzare e coordinare la pulizia delle coste lungo tutto il Mediterraneo, raccoglie adesso i frutti del prezioso contributo di Cingomma, l’azienda che si è occupata della creazione delle cinture dai copertoni, trasformandole in vere e proprie opere d’arte. Pezzi unici venduti principalmente nei negozi della Liguria.

La Special edition Cingomma Clean Up The Med è stata promossa in 21 negozi della Liguria. Grazie al ricavato della vendita delle 258 cinture Cingomma, acquistati 500 kit individuali per la pulizia delle spiagge con il progetto Clean up the med: guanti, sacco, cappellino e pettorina per rendere le nostre coste più pulite, combattendo così l’inquinamento.

“La collaborazione con Cingomma – ha spiegato Santo Grammatico, presidente Legambiente Liguria – ci dà la possibilità da un lato di sostenere un progetto importante come il Clean up the med e dall’altro di valorizzare il riciclo e l’uso creativo dei copertoni delle biciclette. Ci teniamo a ringraziare, oltre a Cingomma, anche i 21 punti vendita che hanno aderito al progetto dando il proprio sostegno alla salvaguardia ambientale”.

Dal 1995 a oggi, infatti, Legambiente organizza ogni anno il Clean up the med, la pulizia delle coste del Mediterraneo, che coinvolge enti, associazioni e scuole liberando le spiagge dai rifiuti. Nell’ottica di protezione ambientale nasce l’accordo tra Legambiente e Cingomma, azienda produttrice di design, che realizza cinture con pneumatici di bicicletta recuperati e lavorati.

Cingomma si occupa della scelta della materia prima, selezionata da materiali giunti a fine vita, regalandogli poi una seconda possibilità. Ed è così che i copertoni delle biciclette destinati alla discarica diventano cinture davvero uniche.

Si ringrazia per la collaborazione i seguenti punti vendita aderenti al progetto: Abbigliamento da Rina, Arnaud Group, Ego Store, Box 86, Carlo Sport, Ciò che c’è, Concept 105, Crazy Idea, Custom Albenga, Damodara, Opanka, Erro, Leo Jeans, L’Ostrica, Lulli, Macrimo, Maresport, Ora, Sanguineti Store, Sport Più, Sun Lovers. Per ulteriori dettagli www.positivecauses.it.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore