/ Politica

Affari & Annunci

cerco trilocale Vado Ligure, massimo 65000 Euro . pagamento immediato.

vendo banco da officina mt. 4x 1,10 h 90cm sega a nastro mod. SN212P valex trapano a colonna mod. TR16R valex solo contatto telefonico

Kettler Kadett cilindro idraulico 12 livelli distanza regolabile sedile a rulli lacci per piedi kg.130 vendesi. Savona

Che tempo fa

24 Ore

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Politica | venerdì 17 febbraio 2017, 10:55

Tutela del San Paolo, "Noi per Savona" e Rete a Sinistra al sindaco: "Venga presentata una mozione con le priorità per l'ospedale"

"Noi con determinazione continueremo a batterci perché venga restituita la piena dignità al nostro Ospedale e il pieno diritto alla salute per i Savonesi, senza cedimenti alle convenienze partitiche"

Portare all'attenzione del Consiglio comunale la delibera n° 132 del 2 agosto 2016 approvata dalla Giunta comunale relativa alla tutela del San Paolo e preparare una mozione contenente le priorità emerse nella discussione. Sono queste le richieste a parte dei consiglieri Daniela Pongiglione del gruppo "Noi per Savona" e marco Ravera di "Rete a Sinistra- Savona che vorrei" in seguito alla convocazione in palazzo Sisto della III commissione consiliare sulle problematiche dell'ospedale savonese.

Affermano da Noi per Savona e Rete a Sinistra: "Lo scorso ottobre avevamo chiesto la convocazione della III Commissione consiliare per approfondire le problematiche relative all'Ospedale San Paolo che sta subendo un progressivo indebolimento (se non addirittura smantellamento) delle strutture e dei reparti, senza che si sia levata una sola voce in difesa del nostro Nosocomio da parte degli Amministratori locali. A questo quadro vanno aggiunte le voci circolate e non smentite sulla chiusura di interi reparti e la "confusione" creata, volutamente o meno, sulla presenza di un Centro Ictus (non presente nella situazione odierna) che hanno aumentato le preoccupazioni in Città. Cinque mesi dopo la nostra richiesta, la Commissione si è finalmente svolta martedì 14 febbraio e ha avuto il pregio, grazie alla presenza di numerosi Primari e delle Associazioni che in questi mesi hanno lottato per la difesa del San Paolo, di mostrare a tutti i Consiglieri le difficoltà che sta attraversando il nostro Nosocomio a causa della cattiva politica regionale e locale degli ultimi decenni  e anche in vista dell'applicazione del decreto Balduzzi (n° 20 del 2 aprile 2015, Governo Monti)". 

"Infatti grazie agli interventi riflessivi, rigorosi e documentati dei Primari è emersa una verità che i Cittadini conoscono solo in parte: l'Ospedale San Paolo di Savona soffre di gravissime criticità, dalla carenza di personale ai tagli ai reparti, con conseguenti ricadute drammatiche sui pazienti. Abbiamo condiviso le preoccupazioni degli intervenuti e, passando dalla "protesta" alla "proposta", abbiamo chiesto alla Sindaca Ilaria Caprioglio di portare all'attenzione del Consiglio comunale la delibera n° 132 del 2 agosto 2016 approvata dalla Giunta comunale (relativa appunto alla tutela del San Paolo) e di preparare una mozione contenente le priorità emerse nella discussione, a partire dall'istituzione del Centro Ictus, struttura presente in tutti gli Ospedali liguri dotati del reparto di Neurologia, tutti fuorché Savona. Atti che darebbero maggiore forze alle istanze del territorio nei futuri confronti con la Regione. Noi con determinazione continueremo a batterci perché venga restituita la piena dignità al nostro Ospedale e il pieno diritto alla salute per i Savonesi, senza cedimenti alle convenienze partitiche".

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore