/ Val Bormida

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Val Bormida | martedì 14 marzo 2017, 14:35

Cairo Montenotte, il sindaco Briano: "La raccolta differenziata è la nostra sfida vincente"

"Cairo Montenotte in due anni (2013-2015) è passata da una raccolta differenziata del 32% ad oltre l’80% e tra i Comuni più grandi è sicuramente quello che ha ottenuto i risultati più evidenti"

Cairo Montenotte, il sindaco Briano: "La raccolta differenziata è la nostra sfida vincente"

“La nostra sfida vincente”. Cosi, il sindaco Fulvio Briano, attraverso le pagine del suo blog, ha descritto la positiva crescita della raccolta differenziata all'interno del Comune di Cairo Montenotte, passato nel giugno del 2014 al “porta a porta”.

“Sono solo 30 i Comuni in tutta la Liguria che hanno raggiunto la soglia del 65% di raccolta differenziata nel 2015. Il lavoro da fare è ancora moltissimo eppure i risultati se si fanno le scelte giuste non tardano a venire. Cairo Montenotte in due anni (2013-2015) è passata da una raccolta differenziata del 32% ad oltre l’80% e tra i Comuni più grandi è sicuramente quello che ha ottenuto i risultati più evidenti”.

“In Provincia di Savona (dati 2015) solamente il 42% dei rifiuti è stato differenziato ovvero la metà di quanto raggiunto a Cairo. Peggiore la situazione nella provincia di Imperia dove la percentuale arrivava solo al 35% sempre nel 2015. Dati decisamente peggiori di quelli del nord Italia dove già nel 2015 si era raggiunto il 58% e al di sotto addirittura della media nazionale che era del 47%”.

Prosegue: “Tutto ciò in presenza di una produzione media di rifiuti per abitante molto simile: nel savonese ogni abitante ha prodotto 0,62 kg di rifiuti urbani al giorno, contro i 0,60 di Imperia. Su Cairo Montenotte si è agito come noto, sul sistema di raccolta nuovo che ha funzionato con successo, ma anche su una sensibilizzazione culturale che ha sicuramente determinato minori sprechi e minori quantità di rifiuti. Nel Comune che amministro la produzione pro capite di rifiuti è stata molto ridotta nel 2015, pari a 0,41 kg per abitante”.

“Apparentemente piccole cifre che però devono fare capire la rilevanza assoluta del problema dei rifiuti urbani nella Liguria tutta e in provincia di Imperia e Savona nello specifico: solo la provincia di Imperia ha prodotto nel 2015 130.000 tonnellate di rifiuti all’anno e Savona non è stata da meno con 173.000 tonnellate; autentiche montagne di rifiuti (ma qualcuno più capace potrebbe dire di risorse) che costituiscono un gravissimo problema se non si riesce a introdurre criteri seri di modernità, serietà e professionalità. Da troppi anni si rimanda l’operatività piena di un sistema efficace che tuttavia deve essere programmato e non improvvisato”.

L’impegno vero è che tutta la Liguria, e quella di ponente in particolare, possa accodarsi al sistema avviato a Cairo perché ciò, seppure logicamente più complesso in un ambito ampio, ma non certo sterminato, è sicuramente possibile. Questa volta a dirlo non è la politica ma la solidità dei numeri che nascono da approcci manageriali e scelte politiche amministrative puntuali e programmate” conclude il sindaco di Cairo Fulvio Briano.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore